Altri Sport

America's Cup: So' forti gli Ameregani

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-09-2013 - Ore 00:09

|
America's Cup: So' forti gli Ameregani

Gianluca Cundari Mastrovalerio - Questa edizione della Coppa America sta confermando sempre più chiaramente il cambiamento in atto nel mondo agonistico avvenuto negli ultimi anni. La spregiudicatezza e il danaro spingono gli sportivi ad azioni, che nel mondo della vela sono sempre state considerate estranee al suo spirito.

La Cronaca

Il Team Oracle USA, detentore dell'America's Cup, è stato penalizzato di due punti dalla Giuria Internazionale per aver attuato alcune modifiche ai prototipi utilizzati nelle regate di preparazione dell'anno scorso con gli AC 45 e in quelle all'inizio di quest'anno. L'olandese Dirk de Ridder il randista ,sempre che l'enorme ala di questi catamarani possa ancora chiamarsi randa, è stato espulso dalle manifestazione, così come altri due membri dello shore team. Matt Mitchell invece è stato squalificato per le prime quattro regate. A questo punto i campioni in carica dovranno vincere 11 regate, mentre a Team New Zealand ne basteranno 9 su 17. Oltre a questo la giuria internazionale ha segnalato due dei membri Oracle penalizzati all'ISAF (la FIFA della vela) per ulteriori penalizzazioni in campo internazionale.

I responsabili sportivi del Team Oracle si sono dichiarati estranei alla vicenda perché assolutamente ignari delle modifiche apportate alle barche. Ora, il CEO del team, il mitico Russel Coutts, era al timone degli AC 45 nelle manifestazioni sotto giudizio. 

James Spithill lo skipper del AC72 Oracle, sollecitato dall’inviato dell’SF Chrocicle, ha subito detto che “Sono rimasto scioccato dalla sentenza ma non posso fare nulla per cambiarla per cui noi ci concentriamo sulle regate della prossima settimana”. 

Da segnalare i soliti tentativi dei membri dell'organizzazione della Coppa America di intervenire quando le domande si facevano scomode in tema scandalo Oracle.

Le prove inizieranno nella Baia di San Francisco dalle ore 13 di sabato 7 settembre (le 22 in Italia). Due le prove previste sabato 7, seguite da altre due domenica 8.

L'Analisi

In ogni regata, anche quelle locali di circolo, ogni armatore e skipper conosce la propria barca tanto o forse meglio della propria moglie. Ne cura ogni sua parte perché la ama e gli costa diversi quattrini, anche per una riparazione banale. Vogliamo credere che i responsabili sportivi del Team Oracle USA non si fossero accorti che sulla barca su cui careggiavano ed avevano partecipato a progettare, erano state montate sartie in più o manovre non previste dalla stazza che loro stessi hanno partecipato a codificare?

Una giuria lo ha creduto e bisogna essere sportivi. SEMPRE.

Questa Coppa America, così come accaduto per la Louis Vuitton Cup, sarà disponibile in Italia solo attraverso lo streaming internet. Altro bel colpo di marketing per questa manifestazione.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom