Altri Sport

TANIA CAGNOTTO: "La prima volta in acqua? Ci sono caduta! Penso a Rio e sogno di diventare mamma"

condividi su facebook condividi su twitter Di: Francesca Ceci 02-12-2014 - Ore 13:00

|
TANIA CAGNOTTO:

Nata a Bolzano il 15 maggio 1985, Tania, atleta delle Fiamme Gialle,  è cresciuta in acqua. Più volte medagliata ai mondiali e agli europei (un palmares da far paura: 27 ori, 13 argenti e 10 bronzi, considerando tuffi dal trampolino, dalla piattaforma, individuali e sincro, per non parlare dei 46 titoli italiani) punta dritto alle Olimpiadi di Rio del 2016.

 

Si è raccontata a Insideroma in un'intervista dalle mille sfumature: i sacrifici, i successi, i suoi sogni non solo sportivi come quello, per esempio, di diventare mamma.

Tania, sei cresciuta a bordo piscina. Hai imparato a tuffarti prima ancora di camminare?
Diciamo che molto probabilmente ero una predestinata. A molti bambini la prima cosa che regalano è un pallone, io invece ho cominciato subito a frequentare la piscina seguendo mio padre e mia madre.

 

Giorgio Cagnotto e Carmen Casteiner, tuffatori e campioni, Destino già segnato il tuo?
L’acqua delle piscine, i trampolini ed i tuffi hanno sempre fatto parte della mia famiglia prima ancora che nascessi, era impossibile che io non prendessi almeno contatto con questo mondo ma sono sicura che se non mi fosse piaciuto non avrei cominciato ad avvicinarmi a questa disciplina.

Se non fossi diventata Tania Cagnotto, cosa avresti fatto?
Molto probabilmente sarei diventata una fisioterapista, è una professione che mi ha sempre incuriosito che mi sarebbe piaciuto studiare.

Il primo ricordo che hai dell'acqua
Non è stato proprio il massimo. Ero molto piccola, se non ricordo male introno ai 2 anni e la mia enorme curiosità per i pesci presenti in un laghetto mi ha giocato un brutto scherzo: sono caduta in quel laghetto!

 Il tuffo che vorresti rifare
Solo uno. Il doppio e mezzo rovesciato fatto durante la finale olimpica di Pechino. Avevo preso 10!!!

 Quello che non dimenticherai più
Quando mi è capitato di scivolare sul trampolino finendo in acqua e quindi fatto tuffo nullo!

Giochiamo un po’

Un difetto: Troppo spesso indecisa

Un tuo pregio: Il mio essere solare

Tu, un’isola deserta e… Come continua la frase? Il mio ragazzo

Il momento più bello della tua vita: Ne ho avuti tanti belli, ma forse il più bello deve ancora arrivare.

Quello meno bello: Vedere sul tabellone di Londra che ho perso il bronzo per 20 centesimi

Un rimpianto Non aver potuto salutare mia nonna prima che morisse

Il valore più importante nella tua vita L’onestà

L'amore e'? Una delle cose più importanti della mia vita

La persona a cui devi dire grazie Ai miei genitori.

Sei tifosa di qualche squadra? Non seguo molto il calcio ma ho avuto modo di conoscere la realtà Juventus.

Se ti dico futuro...? Penso che sarò mamma

Non solo mare e tuffi, ma anche un amore incondizionato per la natura come testimonia il tuo impegno per Vegetal Progress e Sudtirol
Sono cresciuta in un ambiente sano e sempre a contatto con la natura, qualità che ho ritrovato in due aziende che mi supportano. Amo molto stare all’aria aperta e provare gli alimenti che la natura ci regala; in una realtà come quella della mia terra sarebbe impossibile non riuscirci.

 

Fonte: InsideRoma.com

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom