Breaking News

Conferenza Garcia: "Bisogna lavorare con calma per essere giudicati nel lungo periodo" [FOTO]

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 22-09-2015 - Ore 16:26

|
Conferenza Garcia:

Dopo l'allenamento pomeridiano di rifinitura in vista del match di domani sera contro la Sampdoria a Marassi, l'allenatore giallorosso Rudi Garcia è atteso in conferenza stampa al centro tecnico Fulvio Bernardini di Trigoria.

Insideroma.com segue LIVE la conferenza stampa

Anche altre squadre fanno turnover, c'è una regola per questo?
"Anche il risultato delle altre squadre dimostra che non c'è una regola. Il problena è giocare per vincere e potevamo fare meglio, ma non torniamo sulla gara di domenica".

Come ha visto la squadra dopo il Sassuolo
"Abbiamo fatto video e abbiamo visto le cose che abbiamo fatto bene, perchè abbiamo recuperato e fatto bene nel secondo tempo. Adesso non abbiamo il tempo di piangere sulla partita gia passata ma dobbiamo concentrarsi su quella che arriva e recuperare in trafserta i punti persi".

Come sta Rüdiger?
"Non lo so, si è allenato a parte, non ho avuto tempo di consultarmi con i medici perché sono venuto qua. Non so ancora se lo convocherò Castan? Ho tante soluzioni in difesa".

Le era mai capitato di mettere 4 giocatori destri in difesa e molti mancini in attacco?
Dipende da chi gioca davanti o dietro. Per gli attaccanti esterni non è un problema, possono segnare entrando sul loro piede. Dietro serve un terzino che può attaccare e portare ai cross, e possono farlo tutti i terzini che ho in rosa. Sui centrali è più comune giocare con due destri che con due mancini. Due mancini si vedono poco. Un centrale macino è una cosa rara”.

Per Moggi Garcia è l’unico colpevole del pareggio col Sassuolo.
Lascio ad ognuno la responsabilità delle proprie dichiarazioni”.

La classifica si sta già allungando. In questo momento delicato lei ha il pieno supporto della società? Si sente in dovere di dimostrare qualcosa?
La stagione non si ferma alla quarta giornata. Non devo dire che partite abbiamo fatto, ne abbiamo fatte di buone e di meno buone. Bisogna lavorare con calma per esser giudicati sul lungo periodo. Essere quarti con 2 vittorie e 2 pareggi non mi sembra catastrofico. Mi importa solo di fare una grandissima gara domani. Siamo un ciclista: pedaliamo a testa bassa per prendere più punti possibile”.

Dopo la partita col Sassuolo ha parlato di squilibrio fisico. E’ un problema di preparazione?
Su questo riflettiamo e lavoriamo tutti insieme. Non è che vi dico delle cose senza aver parlato prima con tutti i componenti dello staff. Ho trovato alcuni giocatori fuori ritmo, ma forse è questo il problema: non aver fatto abbastanza partite. Allora il problema avrebbe potuto essere prolungato se non avessi fatto il turn-over. Se gioco sempre con gli stessi e si infortunano sarà ancor più difficile inserire dei nuovi”.

Si sarebbe aspettato di essere a -4 dalla vetta?
Merito di chi sta a punteggio pieno, ma è ancora presto per parlare di campionato chiuso. Non abbiamo parlato però della Sampdoria, dimenticando che è la gara di domani (ride, ndr)”.

Castan ha giocato un mese fa la sua ultima partita con la Roma. Cos’è successo? Sta meglio?
Per me è tutto normale. Un giocatore che non gioca da un anno si fa trovare con entusiasmo da subito, ma poi c’è un momento difficile sul piano fisico. Dopo c’è anche concorrenza. Voglio metterlo nelle migliori condizioni per farlo lavorare piano piano. Lui migliora, e per noi è importantissimo. Avrà il suo spazio, sarà meglio per lui giocare quando sarà al 100%”.

Al momento dei saluti, il mister si riferisce ironico ai giornalisti in sala conferenze: “Ah, domani gioca la Sampdoria. In caso non lo sappiate…”.

Fonte: dall'inviato Davide Aprilini

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom