Breaking News

Spalletti: "Pjanic ed altri mi hanno assicurato che vogliono rimanere qui" (Audio)

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 16-05-2016 - Ore 15:16

|
Spalletti:

Luciano Spalletti, mister della Roma, è stato intercettato dai nostri cronisti e ha rilasciato alcune dichiarazioni a margine dell’evento “La legalità rompe le barriere”. Queste le sue parole riportate dal sito pagineromaniste.com:

Progetto stadi pieni..
"Il progetto stadi pieni e di comportamenti regolari, poi si passa attraverso questo. Perché ad esempio molte persone non sono a conoscenza di quello che avviene e di quello che subiscono i calciatori, cioè quello che dicevo prima. Le barriere tolgono la libertà ma è anche un togliere la libertà l’impossibilità di poter stare in un giardino vicino allo stadio quando c’è la partita, oppure non avere la possibilità di girare per il mondo con la maglia di un calciatore. Mio figlio studia in Michigan e quando sta li ha la maglia della Roma quando viene in Italia se la toglie, quindi bisogna cambiare per forza qualcosa. Giustamente è anche una nostra responsabilità con quello che deve essere un mandare dei messaggi corretti e giusti. La Roma quest’anno l’ha mandato qualche messaggio, ha avuto un solo cartellino rosso per doppia ammonizione, è un punto di partenza. Dobbiamo dare un contributo per gli stadi pieni".

Miralem Pjanic spiccherà il volo verso il Nord?
"Siccome la Roma ha fatto un campionato importante, hanno fatto uno spettacolo importante, è chiaro che questi calciatori, che sono coloro che hanno permesso che avvenisse ciò attraverso la loro qualità, sono nell’occhio del mirino di alcune società. Però questi calciatori qui mi hanno assicurato, perché io con loro ci parlo quotidianamente, che vogliono rimanere alla Roma. Poi questi discorsi è chiaro che vanno approfonditi, perché ci sono delle situazioni nel calcio che si possono andare poi a scatenare e cioè che una società vada a prendere un giocatore da un’altra società e valuteremo. Però la volontà dei calciatori è di rimanere a giocare alla Roma, perché si sono trovati bene e perché hanno piacere nell’indossare questi colori".

Dispiacerebbe vedere Pjanic alla Juve?
"Non sono gusti. Io ho piacere se i giocatori fanno quello che gli fa piacere fare e hanno delle situazioni individuali e soggettive con le quali si devono confrontare. Bisogna passare attraverso quella che è una regola di proposte, di coinvolgimento, di obiettivi, di qualità".

Gabrielli ha annunciato che le barriere resteranno, quindi anche l’anno prossimo niente Curva..
"Lui ne sa più di tutti noi in funzione di questo. Ho conosciuto dei nuovi perché, le necessità che si mettono, bisogna essere responsabili, bisogna comportarsi bene. Non posso accettare che mia moglie e mio figlio vengono allo stadio e ci sia il pericolo e si ritrovino nel mezzo a una confusione. Ho avuto la fortuna di andare cinque anni all’estero a fare l’allenatore, poi ho avuto la fortuna di andare in tutti gli stadi d’Europa a vedere partite e succede solo qui, dalle altre parti ci sono colori, ci sono sensazioni e passioni diverse l’uno dall’altro, però si può stare vicini, non si fa a cazzotti".

In Inghilterra però si sono verificate diversi episodi di violenza, ultimo quello tra West Ham e Manchester United, ma si parla solo dell’Italia..
"Anche lì, è quel gruppo, quel branco di persone che hanno deciso di fare un azione del genere, non è un sistema diffuso come qui che si vede che ci si cazzotta da tutte le parti fuori dagli stadi mentre la gente cammina e ci si può rimanere coinvolti. Ci vuole più passione per quello che deve essere proprio lo spettacolo, lo sport, l’amore. Non bisogna fare questo per fare confusione. Che si inventino uno sport alternativo fatte da regole che vogliono loro e poi dove i protagonisti sono i tifosi e lo vanno a fare fuori dai centri abitati e fuori dagli stadi".

Fonte: pagineromaniste.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom