Breaking News

Al via la Chinese Super League: Gervinho e Lavezzi pronti a debuttare

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 03-03-2016 - Ore 21:20

|
Al via la Chinese Super League: Gervinho e Lavezzi pronti a debuttare

I botti sono finiti, adesso si comincia. Parte venerdì, ore 12.35 italiane, il più atteso campionato cinese della storia. Storia breve, a dirla tutta, (professionismo dal 1994) e piuttosto travagliata, con lo scandalo scommesse e corruzione datato 2003 che praticamente cancellò la stagione e portò alla riforma del campionato. Mai come quest'anno, però, i riflettori mondiali saranno accesi sulla CSL, letteralmente esplosa durante il mercato invernale grazie a un mercato da 331 milioni di euro, che ha ampiamente superato, per dimensioni, quello della Premier League. Motivi politici ed economici si sono fusi causando l'impennata delle spese e portando in Cina non più campioni a fine carriera o di seconda fascia, ma vere e proprie stelle, strappate anche alla concorrenza europea. Si parte con Ghuanghzou R&F, "seconda squadra della città, dietro ai campioni in carica dell'Evergrande contro l'Hebei China Fortune, la più agguerrita delle neopromosse, una di quelle che cambiando proprietà ha fatto le cose in grande. Gervinho e Lavezzi subito in campo, per valutare l'impatto con il nuovo campionato.

I COLOSSI — Il Ghuanghzou Evergrande resta la squadra da battere: di proprietà di una immobiliare, ora affidata a Scolari, oltre al colombiano ex-Atletico Jackson Martinez (45 milioni di euro) può contare su Goulart, Alan, Paulinho. Ceduti invece Robinho e a sorpresa l'idolo locale Elkeson, passato per oltre 18 milioni ai rivali diretti dello Shanghai SIPG. In panchina c'è Eriksson, ormai ambientatosi: Sven Goran, forte di un ingaggio da 19 milioni, racconta che "a Shanghai si sta bene come a Londra". L'attacco sarà stellare, con Asamoah Gyan. arrivato a luglio, ha firmato per due stagioni, per 14.2 milioni l’anno: paga la società che gestisce il porto, il più grande del mondo. Secondi lo scorso anno, hanno spostato Dario Conca a centrocampo e hanno in Wu Lei forse il miglior talento locale.

IL PIÙ CARO — Il trofeo di acquisto più caro va ad Alex Teixeira (50 milioni, nonostante la corte del Liverpool): lo ha portato nell’est del paese (sulla costa Est sono la maggior parte delle squadre) lo Jangsu Suning, uno dei tre club ad aver cambiato proprietà e denominazione. Il nuovo padrone, la Suning Appliance, sta vendendo elettrodomestici ed elettronica a mezza Asia: 1600 negozi in Cina, una partecipazione da Alibaba, colosso dell’e-commerce, 88 milioni già spesi sul mercato. Petrescu, l’allenatore, potrà contare anche su Ramires e Jo.

ZAC E NUOVE FORZE — Un occhio particolare avremo per il Beijing Guan LeTv, affidato ad Alberto Zaccheroni: le “guardie imperiali” sono il club più antico della Cina, LeTv Holdings, che ne ha rilevato il 50 per cento della proprietà, è un colosso moderno. Nasce come piattaforma televisiva online, piano piano si allarga a smart-tv, smartphone, ora progetta un’auto elettrica. Il “ramo d’azienda” LeSport si occupa di diritti tv: fra una gara Nba e una Ncaa, trasmette in Cina i canali tematici di Inter e Milan. La stella è il centravanti turco Burak Yilmaz, a cui si aggiungono i “corintiani” Renato Augusto e Ralf. La prima sfidante dei campioni, nel primo turno sarà però l'Hebei. La China Fortune Land Development è una impresa a partecipazione statale specializzata in edilizia industriale. Fatturato discreto, oltre 4 miliardi di euro, stadio che ospitò il calcio all’Olimpiade, l’Hebei Fortune è partita da Gervinho ed ha chiuso con Lavezzi, quello che avrà lo stipendio migliore di tutti: a loro si aggiungono Mbia, Kakuta ed Ersan Gulum. In panchina c’è uno dei pochi cinesi, Li Tie, a 38 già monumento locale, con un passato all’Everton. Occhio anche allo Shanghai Shenhua di Manzano, che oltre a Guarin e Demba Ba, ha speso molto sul mercato interno. Le altre (sedici complessivamente le squadre), sembrano un po' più indietro, ma poi c'è la prova del campo. Non solo per le squadre, ma per tutto il movimento: in questa stagione si deciderà se sarà stata gloria di un solo inverno, o se l'inizio di qualcosa di più grande.

Fonte: GAZZETTA.IT

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom