Breaking News

Alessandro Tuzzi: “Scortiamo campioni e siamo al di sopra di tutto”

condividi su facebook condividi su twitter Di: Gabriele Nobile 24-11-2013 - Ore 13:35

|
Alessandro Tuzzi: “Scortiamo campioni e siamo al di sopra di tutto”

Alessandro TUZZI security nasce nel lontano 1995 ma la consacrazione come security nello sport avviene nei primi anni del  2000 con  la manifestazione Big Gym di Roma ideata da Guido Tommasi.

L’esigenza della security legata al mondo dello sport diventa predominante dopo l’episodio di Monica Sales che fu aggredita durante un torneo ad Amburgo nel 1993, gli eventi di grande importanza necessitavano di una tutela ravvicinata del vip sportivo a protezione dello stesso. In quegli anni fu data quindi grande importanza alla programmazione del “Security Plane” per i grandi eventi sportivi e veniva data importanza all’aspetto prettamente professionale (nuovo per quegli anni ) con una intensa pianificazione dell’evento ed accurati sopralluoghi della location, con lo studio di tutti i particolari per una perfetta riuscita dell’evento stesso.

Alessandro Tuzzi, tu sei un vero precursore di questo nuovo “Mestiere”?

Si in effetti è vero, sono 20 anni che mi occupo nello specifico della protezione dei Vip Sportivi, in questi anni di carriera, ho “Scortato” tantissimi personaggi sportivi, nazionali ed Internazionali, sia per eventi nella capitale, che per manifestazioni in giro per le capitali europee e mondiali.

Un lavoro complesso e fatto di mille sfaccettature?

In effetti è un lavoro che non si può improvvisare, noi siamo tutti professionisti, che stiamo attenti a tutti i particolari, anche da un punto di vista pratico e di sicurezza sul lavoro, non essendo abilitati ad una scorta armata, noi lavoriamo con i “nostri” strumenti del mestiere, che non devono mai mancare.

Tipo?

La cassetta del pronto soccorso, l’orologio, le pinze multius, le radio, la torcia elettrica ( la Flash Light, per “infastidire i nostri amici fotografi !!) oltre ad un abbigliamento comodo ( quando non è richiesta l’abito scuro.

Qual è la differenza più rilevante nel “proteggere” gli Sportivi a differenze dei Vip del mondo dello spettacolo?

Gli sportivi, specialmente quelli stranieri ed in particolare gli americani hanno maggiori esigenze, i vip sportivi a differenza di quelli dello spettacolo, hanno grande umanità, disponibilità con i fan ed una grande attenzione oltre che ai dettagli anche una differenze predisposizione per le location dove andare a mangiare, curano molto l’alimentazione, fondamentale per la loro carriera, e quindi anche in questo il mio lavoro si distingue, garantire a loro anche una selezione dei ristoranti per soddisfare le esigenze di palato ma anche di forma fisica. Di solito un personaggio sportivo è sempre attento alla forma, per lui conta molto di più che la sostanza.

Di questi atleti internazionali con quali hai avuto un rapporto più stretto?

Un di questi è sicuramente Kobe Bryant, il grande giocatore di Basket, ogni volta che viene in Italia, vengo contattato per gestire e curare la sua sicurezza personale, lui oltre ad essere una grande star è anche una persona molto disponibile e gentile, con i fans e con le persone del suo staff. Importantissimo il fatto che lui parli un italiano fluente ( suo padre ha giocato molti anni nel campionato Italiano, ndr. ) e questo facilita sicuramente i rapporti, e poi è veramente innamorato del nostro paese, pensa che una sera, eravamo nel 2011,dopo una giornata intensa dedicata ad un evento della NIKE, mi chiese un fuori programma, ovvero di accompagnarlo in un tour notturno della capitale, per ripercorrere e rivisitare i luoghi della sua infanzia, ci ritrovammo alle 2 di notte alla Fontana di Trevi, dove praticamente non c’era nessuno, oltre me e lui..

Continua..

Un altro grande è sicuramente Kevin Durant, anche lui si affida alla mia struttura per tutti gli eventi italiani legati al suo sponsor personale (la NiKE). Lui è il classico stereotipo dello sportivo americano, una ragazzo semplice e che vive con i piedi per terra, nonostante il suo successo planetario, pensa che una sera siamo usciti con un suo collega della Virtus Roma, e siamo andati in centro,a Roma, precisamente a Vicolo del Cinque, e rimase piacevolmente sorpreso del fatto che per quelle strade così affollate, tutti lo riconoscevano e gli chiedevano foto ed autografi, chiedendomi il perché di tanto affetto, io gli risposi che forse i suoi 2 mt, facevano la differenza e che i fans italiani lo riconoscevano anche per la sua altezza ! Ecco in questo caso è stato importante gestire bene e preparare ogni piano strategico per la sua sicurezza, avevamo sempre una macchina con un driver pronto per ogni tipo di evenienza…altro aneddoto simpatico con Kevin, di una sera, e sempre dopo una giornata in giro per i suoi impegni commerciali, la sera mi chiese di rimanere in stanza del suo Hotel ( era il Cavalieri Hilton di Monte Mario) per vedere una partita di Football Americano con i suoi amici e collaboratori, chiedendomi il sacrificio di andare ad ordinare al MC Donald la cena per tutti..beh oltre 200 euro al MC non li avevo mai spesi..

Anche con Carl Lewis, ho un rapporto speciale..lui spesso viene in Italia, anche perché la sorella ha sposato un italiano e quindi spesso mi chiede di accompagnarlo per i suoi servizi. Un altro super personaggio che mi ha colpito negli anni è Roger Federer, un fuoriclasse in tutto.

Bene Alessandro, fino a qui abbiamo parlato dei “Top sportivi mondiali”, ma con i nostri ?

Come potrei non parlare di Francesco Totti, lui è veramente un grande..ma con Francesco non è mai facile, specialmente a Roma, dove tutti lo adorano e dove spesso si creano problemi per la gestione dell’ordine  pubblico, visto il grandissimo numero di fans che impazziscono per il capitano giallorosso. Quando sono chiamato per gestire la sua sicurezza, bisogna lavorare su ogni dettaglio, pianificare ogni piccolo particolare, dalle vie di fuga alle macchine con i drivers sempre a disposizione, cercando, quando possibile, di stabilire in precedenza gli spostamenti e lavorando sui sopraluoghi. Inoltre rimasi sorpreso dall’affetto tutto romano per un evento, sempre della Nike allo store di via del corso, con Luis Figo, tantissima gente che lo acclamava, ed anche lui mi disse di essere rimasto colpito per l’affetto dei fans capitolini, anche perché abituato ad altri eventi “milanesi” dove il calore era minore rispetto a quello dei Romani. Anche con Pirlo e Gattuso abbiamo lavorato per eventi in città del sud ( Reggio Calabria e Catania) mentre una curiosità invece, mi lega a Fabio Cannavaro, eravamo nel 2002 e Fabio, che in quel periodo giocava con il Parma, era presente ad un importante evento nella sua città natale, Napoli, ebbene in quella circostanza fummo costretti ad usare i “fatidico” piano B, infatti la gente lo acclamava ed i fans diventarono così numerosi che per far uscire Cannavaro dalla piazza dove c’era l’evento, utilizzammo una Harley Davidson con un mio autista e Cannavaro ( dopo essersi allacciato il caso) salì sulla moto per lasciare la location…con una macchina era impossibile farlo! E poi mi piace ricordare le tante scorte a  "Pendolino" Cafù, sia a Roma che a Milano, quando si trasferì al Milan, un grande sportivo ed un uomo eccezionale.

Mi dicevi anche di Ronaldo? Fenomeno in tutto?

Sicuramente, con Ronaldo (testimonial della NIKE per eccellenza) abbiamo fatto diversi eventi, uno tra tutti è rimasto ben impresso nella mia memoria, eravamo negli Est and Studios di via mecenate a Milano, per un grande evento sempre della Nike dove lui era annunciato come il protagonista, ebbene Ronaldo non si presentò mai..e capimmo da li che la rottura con L’Inter di Moratti era prossima.

 

Per concludere, mr Tuzzi, progetti per il futuro?

Ci sono molte cose e tanti lavori prossimi, ma quello a cui tengo di più, saranno i prossimi mondiali in Brasile, i primi di dicembre partirò per un sopralluogo in terra carioca, con particolare attenzione alle nuove strutture e agli stadi di Recife, Fortaleza e Natal, da li pianificheremo tutto il “Work to do “ per i mondiali. Come ti dicevo il nostro lavoro è molto duro, ma al tempo stesso piacevole..

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom