Breaking News

BAGNI: "Colpa mia la fine del gemellaggio tra i tifosi di Roma e Napoli"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 15-10-2013 - Ore 12:45

|
BAGNI:

Grandissimo protagonista del Napoli di Maradona, poi commentatore molto amato, oltre che dirigente e talent scout, Salvatore Bagni, intervistato da Tuttosport parla proprio della sfida Roma-Napoli.

Roma-Napoli?

"Il primo ricordo che mi viene in mente è quella domenica del 1987-88 quando perdemmo 2-1 al San Paolo al termine di una partitaccia che ci fece sfuggire lo scudetto. La fine del gemellaggio fra le tifoserie? Ebbene si, lo confesso: fu colpa mia. Ma quella volta era troppa l’adrenalina in corpo, finimmo la partita in 9 uomini e riuscimmo a pareggiare dopo una bella rimonta grazie a un colpo di testa di Francini. Ero arrabbiato di mio perchè in campo ero così. Ora il mio rapporto con i tifosi della Roma si è ricucito. Ho sbagliayo, ho già chiesto scusa diverse volte: quella fu una gara cattiva, ma il mio gesto non fu giustificabile. Mi dispiace molto chei rapporti fra le tifoserie si siano rovinati. Bagni non gioca più, quindi direi che la si può pure smettere adesso. In quella circostanza ha sbagliato una persona, io. Perchè mettere in mezzo allora le tifoserie? Ero un rompicoglioni in campo, ma ora parliamo d’altro”.

Cosa ha portato Benitez al Napoli, oltre ad alcuni top player?
“Non è una cosa da poco imporsi nell’acquisto di calciatori così forti, Benitez si è preso totalmente la responsabilità di costruire la squadra come diceva lui, ha voluto gli elementi che gli piacevano di più e li ha portati a Napoli. La personalità non si distribuisce, si esprime attraverso una sola persona e lui la vuole al 100 per cento”.

Da tifoso, e non da operatore di mercato, cosa pensa che manchi al Napoli per essere certo di centrare l’obiettivo?
“Qualcosa in difesa, dove si poteva fare meglio e poi non c’è il vice Higuain. De Laurentiis era andato su Jackson Martinez, ma 40mln di clausola sono un’esagerazione. Spero che Higuain giochi sempre, ma se qualche volta non dovesse farcela, allora meglio che si dia spazio a Pandev: Zapata non è ancora pronto”.

Se dovesse arrivare il terzo tricolore, chi sarebbe stato il grande artefice?
“Certamente De Laurentiis. A quersto punto dico che lo scudetto se lo merita lui per primo, perchè è il vero fenomeno del Napoli. In 10 anni di gestione sono convinto che nessun altro presidente sarebbe stato capace di ottenere i suoi stessi risultati. Gli dico bravo fin da ora”.

Fonte: Tuttosport

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom