Breaking News

Baldissoni: "Giocheremo con la testa di chi deve essere protagonista"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 26-08-2016 - Ore 14:00

|
Baldissoni:

Mauro Baldissoni, DG della Roma e presente a Montecarlo per il sorteggio della fase a gironi dell'Europa League, ha parlato ai microfoni di Sky Sport: "Terremoto? Abbiamo in programma la partita del 3 settembre, dedicheremo tutto il ricavato, sarà una giornata di sport dedicata alla famiglia. Abbiamo riattivato una piattaforma che avevamo improntato per intervenire nella crisi dei rifugiati, si chiama Football Cares in modo che anche altri club possano partecipare, si può donare direttamente online o attraverso aste realizzate con oggetti, maglie, memorabilia che tutti possono donare per ottenere ricavato. Bel sorteggio? Credo che questo sia l'errore che va evitato, bisogna smettere di pensare in termine di facile o difficile, si deve dimostrare in campo. Gli avversari vanno sfidati, partecipiamo ai tornei per internazionali, e vanno battuti. Sbagliato pensare che possa essere facile scendere in campo. Contenti di aver evitato trasferte lunghe, giocando di giovedi potevano creare problemi logistici. Con che testa affronteremo la competizione? Con quella di chi deve essere protagonista del torneo, deve competere per vincere in qualsiasi manifestazione. Ci aspettavamo di poter giocare la Champions League, siamo profondamente dispiaciuti e arrabbiati del match col Porto, ma ne siamo responsabili e possiamo solo giocare l'Europa League da protagonisti dimostrandolo in campo. La Roma deve essere responsabile delle aspettative che si crea da sola. Dobbiamo ricordarci che bisogna costruire una dimensione internazionale e una mentalità vincente. Solo lo United più forte della Roma? Tutte le squadre che affrontiamo sono potenzialmente forti quanto noi. Dobbiamo dimostrare in campo di essere più forti. Centrocampista in entrata? Credo che la Roma sia un gruppo ricco di qualità e opzioni tecnico tattiche, la squadra è completa per le tre competizioni. Le circostanze del mercato a volte non sono prevedibili, se ci saranno occasioni le coglieremo".

Queste le parole a Tuttomercatoweb.com: "Noi dobbiamo cominciare a cambiare mentalità. Non dobbiamo stare a guardare se gli avversari sono facili o i sorteggi sono buoni. Dobbiamo noi sconfiggere gli avversari, sulla carta i risultati sono 0-0 e poi è sul campo che si conquistano le vittorie. Manca in noi ancora una mentalità sufficientemente forte per raggiungere successi internazionali. Questo implica che si vincano le partite e poi i trofei, battendo anche gli avversari forti. Guardiamo quindi a noi stessi. La Roma ha la possibilità di vincere, l'ha dimostrato anche nel preliminare. Se non battiamo gli avversari anche i più titolati è colpa nostra. Pensiamo a vincere e non troppo agli avversari".

 

Fonte: Sky Sport - Tuttomercatoweb.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom