Breaking News

Baldissoni: "La Roma è una piattaforma sociale dal valore inestimabile. Porteremo il sorriso a chi ne ha bisogno"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-10-2015 - Ore 14:23

|
Baldissoni:

Oggi, alle ore 14, c'è stata una conferenza stampa all'interno del Centro Sportivo "Fulvio Bernardini" di Trigoria, per presentare la partnership con Sisal Matchpoint

Il primo ad intervenire è Pierluigi Pardo di Mediaset. Queste le sue parole:
"Sono contento di aprire questa conferenza, è un progetto che scopriremo meglio, racconta l'attenzione al sociale. Do la parola a Italo Zanzi per capire cosa rappresenti".

Quindi, è il turno del CEO giallorosso, Italo Zanzi.
"Siamo contenti di annunciare questo accordo con Sisal Matchpoint. Non è un accordo commerciale, avremo molte attività speciali, la Roma ha fatto molto con Roma Cares e Football Cares e anche Sisal lavora molto in tal senso".

Parola a Francesco Durante di Sisal Matchpoint.
"Manterremo il legame con le tradizioni, è evidente sulla capacità di comunicare e interagire con i tifosi, come attraverso i social network. Abbiamo la possibilità di offrire un prodotto personalizzato, questo ci darà la possibilità di utilizzare prodotti specifici per i tifosi, sfruttando i canali giallorossi. Nel corso dell'anno ci saranno diversi concorsi, ad esempio il matchday del 20 marzo contro l'Inter sarà un evento pieno di sorprese. Tra le affinità rilevate con la Roma, c'è quella dell'attività con il sociale. Sisal nasce circa 70 anni fa e ha sempre avuto il sostegno della comunità. Con Roma Cares abbiamo aperto questo progetto e che supporteremo durante l'anno, lavoreremo per costruire il campo XXV aprile in Pietralata che ha tanta tradizione, vogliamo omologarlo. Vogliamo coinvolgere i nostri tifosi nel progetto, auspichiamo solidiarietà e coesione che sono forti nel calcio. Siamo orgogliosi di poter riaprire il campo di cui ho parlato prima".

E' poi il turno del dg giallorosso, Mauro Baldissoni.
"Ci rendiamo conto che la Roma è una piattaforma sociale dal valore inestimabile, è doveroso coprire l'interesse del maggior numero di persone. Lavoriamo per dare delle emozioni alle persone e regalare sorrisi, a parte l'ultima partita, sono gioie effimere ma profonde. Abbiamo anche delle responsabilità, porteremo il sorriso a chi ne ha bisogno, vogliamo restituire qualcosa al territorio di Roma. Noi possiamo farlo attraverso valori dello sport, con ciò che ci è vicino nel quotidiano, è un impegno doveroso per noi, ce lo siamo assunti ancor prima delle ultime vicende che hanno scosso tutto il mondo. Con Pallotta abbiamo lanciato diverse iniziative a tal proposito, vedi Football Cares, in molti hanno aderito. Aiuteremo chi ha bisogno di aiuto, tornando al campo XXV aprile, quel è un pezzo importante per Roma e siamo contenti che Sisal sia adesso al nostro fianco".

Presente anche il tecnico Garcia, che dice:
"Il calcio serve a integrare le persone, non c'è discriminazione in questo sport. Per questo è umano aiutare le persone che sono costrette a lasciare i loro paesi per sopravvivere".

Prende la parola Marcello Presil.
"Questo progetto fa leva sui valori del calcio, le partite per avere dei valori devono essere pulite. Purtroppo abbiamo esempi clamorosi di eventi sportivi che sono stati manipolati per ragioni legate alle scommesse e non. È importante che Sisal faccia leva su questo aspetto, anche il bookmaker è il primo che ci rimette sulle scommesse. Ai giovani dell'AS Roma spiegheremo quali sono i rischi e i pericoli di questa attività, quali sono le tecniche di questi criminali e di come avvicinano le persone alle partite truccate. Faremo tutto questo attraverso un format".

Tocca ora a Daniela Conti della Liberi Nantes intervenire:
"Ringrazio la Roma per aver creduto nel nostro progetto. La nostra associazione nasce alcuni fa ed è nata per combattere il razzismo. Abbiamo deciso di offrire spazi di libertà verso gli immigrati cosiddetti forzati, cioè i rifugiati politici, che vivono in una sorta di limbo, a Roma si deve attendere quasi un anno e mezzo per essere ufficialmente considerati rifugiati, non hanno documenti in regola e rimangono in centri di accoglienza oppure frequentando associazioni come le nostre. Il calcio è universale, lo conosco anche loro, non serve conoscere l'italiano, il calcio unisce ed è importante in questi centri. Adesso gestiamo questo campo meraviglioso che però è in condizioni pessime, abbiamo in questi giorni dei ragazzi che ci stanno aiutando per farlo tornare agibile per tutta la popolazione. Ringrazio tutti e vi invito l'11 ottobre per questa partita che abbiamo organizzato".

 

Prende la parola Odoacre Chierico:
"Siamo sempre stati chiamati a partite di questo genere della Roma Legends, la Roma ha già lottato tantissimo. Credo che servano anche altre persone per il volontariato, noi cerchiamo di dare il nostro esempio".

 

Tocca a Francesco Durante.
"Iniziative come queste sono importanti per fare la differenza, penso che per noi sia motivo di orgoglio mettere a disposizione queste risorse per contribuire a queste iniziative, cercheremo di coinvolgere più persone possibile".

 

A questo punto, cominciano le domande della stampa presente.

 

A Garcia: crede nello scudetto?
"Con Sisal credo che scommetterò sul tennis (ride, ndr)".

È possibile conoscere i numeri di questo accordo? Sisal potrà diventare uno sponsor della Roma?
A rispondere è Italo Zanzi: "I numeri sono una cosa riservata, questo accordo è importante per le nostre società. Il main sponsor non deve entrare nel discorso di oggi".

A Francesco Durante: perché in Italia c'è ancora una sorta di pudore ad avere dei bookmakers come partner?
"In Italia una parte minore di squadre li ha, in Inghilterra sono di più. Penso sia fondamentale lavorare sulla comunicazione, i bookmakers sono parte lesa con il calcioscommesse, il calcio deve essere integro e noi dobbiamo comunicarlo attraverso un ruolo positivo e portando un contributo professionale per certi eventi, dobbiamo comunicare un messaggio positivo perché le scommesse fanno parte del calcio ma devono essere regolari. Bisogna costruire una cultura sportiva per mettere in luce questi aspetti".

Italo Zanzi saluta e ringrazia Sisal Matchpoint ed i giornalisti presenti e chiude la conferenza stampa.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom