Breaking News

BALZARETTI da vita alla "42 Football Academy": "Voglio restituire quello che il calcio mi ha dato"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-09-2014 - Ore 21:25

|
BALZARETTI da vita alla

Una filosofia diversa, in grado di coniugare sul campo i valori dello sport con quelli del rispetto reciproco, dell'amicizia, del divertimento, puntando l'accento più sull'aspetto ludico che non su quello agonistico. Sono questi i principi cardine su cui poggia 'The 42 Football Academy', la nuova scuola calcio ideata da Federico Balzaretti per bambini dai 3 ai 12 anni che lunedì aprirà nella suggestiva cornice del Tennis Club Parioli, a Roma. «Il calcio mi ha dato molto e credo sia giusto restituire ripartendo dalle origini. Non so se questa scuola sia meglio o peggio delle altre, so solo che è la mia, dove ho deciso di unire le mie due grandi passioni: i bambini e il calcio. Questa scuola vuole ripartire dal calcio di una volta, con istruttori qualificati che sappiano educare e coinvolgere tutti prima ancora di insegnare uno stop o un tiro in porta - ha spiegato il difensore della Roma durante l'inaugurazione che si è svolta presso il circolo sportivo della Capitale -. Il nostro obiettivo non è formare calciatori, l'attenzione è tutta sull' insegnamento, sull'etica, sul fair play e sul divertimento. Il calcio è una metafora della vita, e quando usciranno da questa Academy a 12 anni, a prescindere dal lavoro che faranno, i bambini porteranno con loro il bagaglio di conoscenze apprese in questa scuola». Scuola che in poche settimane ha già raccolto più di 150 iscrizioni, e che si avvarrà del supporto di uno psicologo (Aldo Grauso, docente di psicopedagogia del settore tecnico di Coverciano) e di un nutrizionista. «Si tratta di un'iniziativa dai fortissimi aspetti pedagogici, priva degli eccessi che spesso si porta dietro il calcio nella sua attività a livello giovanile, e Federico, che rappresenta l'esempio per tutti quelli che voglio avvicinarsi al calcio per la sua dedizione al lavoro e la capacità di dedicarsi alla famiglia, è l'anima di questo progetto - ha sottolineato Maurizio Romeo, presidente del TC Parioli -. Qui non si vogliono creare per forza dei campioni, ma trasmettere ai bambini quei valori sani con cui affrontare poi la vita una volta diventati uomini».

ANSA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom