Breaking News

Boateng: "L'Italia non è un Paese razzista. Balotelli deve stare più tranquillo"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 24-09-2013 - Ore 13:59

|
Boateng:

 «La squalifica della curva del Milan è una brutta cosa: l'Italia non è un Paese razzista, forse i tifosi fanno quei cori senza pensare e solo per insultare, ma è una brutta cosa, che non si deve fare. Balotelli deve imparare a stare più tranquillo: è un grande giocatore e un mio amico, ma deve solo concentrarsi sul campo. Quando lo fa è un calciatore incredibile». Lo ha detto Kevin Prince Boateng, ex centrocampista rossonero, oggi allo Schalke 04, commentando la squalifica della curva rossonera per discriminazione territoriale e l'espulsione di Mario Balotelli, nel dopopartita di Milan-Napoli. Boateng ha perlando nel corso del programma 'Tiki taka-Il calcio è il nostro giocò, su Italia 1. (

Fonte: ANSA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom