Breaking News

CAGNI: "Juve favorita, Roma e Napoli ancora non attrezzate"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 02-12-2013 - Ore 11:23

|
CAGNI:

Luigi Cagni ex tecnico di Genoa e Sampdoria è stato intervistato da calcissimo.com, parlando della lotta scudetto, che riguarda Juve, Roma e Napoli.

Dopo un avvio straordinario la Roma sta attraversando un periodo di flessione, secondo lei è fisiologico oppure i giallorossi, forse, pagano la prolungata assenza di Francesco Totti?
"Sono vere entrambe le cose, perché la Roma non ha l'organico di una squadra come la Juventus, attrezzato per competere su più fronti, di conseguenza, nel momento in cui ai giallorossi è venuto a mancare Totti, si sono appalesati i primi problemi".

Si aspettava una Roma così forte o pensa che i giallorossi si siano spinto oltre le loro reali possibilità?
"Io penso che la Roma abbia fatto un exploit eccezionale, sfruttando una condizione psico-fisica ottimale ed anche un calendario favorevole soprattutto nelle prime giornate".

Colpito da Rudi Garcia? Quali sono secondo lei i principali meriti del tecnico francese?
"Io, al di là dell'aspetto tecnico, vedo una persona intelligente, che ha saputo subito intuire quali fossero le corde da toccare e toccandole nella maniera migliore ha ottenuto i risultati"

Quale dei nuovi acquisti giallorossi l'ha maggiormente impressionata e quale invece l'ha delusa?
"Mi sembra si siano comportati tutti molto bene finora, a me sono piaciuti tutti. Nessuno forse si aspettava così tanto da Strootman, Gervinho e Benatia, ma, in generale, non ho visto un giocatore che abbia reso al di sotto delle proprie possibilità".

Neanche Ljajic?
"Non bisogna dimenticare che parliamo di un giocatore ancora molto giovane, dal quale ci si aspetta sempre tanto perché si tratta di un fuoriclasse. Secondo farà benissimo in giallorosso".

Capitolo Inter, coma valuta fin qui il lavoro di Mazzarri? È lui l'uomo giusto per risollevare la squadra nerazzurra?
"Io ho sempre sostenuto, fin dall'inizio, che fosse l'uomo giusto per quest'Inter, perché lo conosco bene e so che lui dà il meglio di sè nelle situazioni di difficoltà. La squadra nerazzurra, infatti, non può vantare grandi top players, ma Walter è riuscito a fare rendere al meglio le risorse che la società gli ha messo a disposizione. È questa la sua forza".

E del Napoli di Benitez, quasi fuori dalla Champions e in questo momento staccato già di 9 punti dalla vetta in campionato, cosa ne pensa?
"La situazione del Napoli è molto simile a quella della Roma, perché, come i giallorossi, i partenopei non dispongono di una rosa costruita per vincere lo scudetto. Stanno attraversando una periodo di flessione, ma sono sicuro che ripartiranno. Non dimentichiamoci poi che sulla panchina azzurra siede un nuovo allenatore, che fa giocare la squadra con un modulo diverso da quello adottato dal suo predecessore e quindi ci vuole del tempo prima di trovare la quadratura del cerchio".

Chiudiamo con la capolista Juventus, è ancora la favorita per lo scudetto secondo lei? E in Champions come la vede?
"Sicuramente sì, la Juventus è sempre stata la favorita per lo scudetto, anche se mi sembra che il vero obiettivo dei bianconeri quest'anno sia la Champions. Ed io penso che la Juve abbia tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo in Europa, perché stiamo parlando della squadra al momento più forte per distacco in Italia ed anche in ambito continentale sono poche le squadre che possono vantare un organico superiore a quello bianconero".

 

 
 
 

Fonte: calcissimo.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom