Breaking News

Calcioscommesse, SPADARO: "Io solo un giocatore esperto". ABETE: "Gattuso marginale ma finito nel tritacarne"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-12-2013 - Ore 17:56

|
Calcioscommesse, SPADARO:

Salvatore Spadaro, uno dei due Mister X arrestati nell'ambito dell'inchiesta cremonese sul Calcioscommesse, durante il suo interrogatorio davanti al gip Guido Salvini ha spiegato di essere «solo un esperto giocatore» e di non conoscere dirigenti delle squadre di calcio. Lo ha spiegato il suo legale Alessandro Billè al termine dell'interrogatorio. «Pur non capendo nulla di calcio - ha spiegato il legale - ha detto che con la sua esperienza di giocatore di poker e di altri giochi, studiando le classifiche e le statistiche azzeccava i risultati». L'avvocato non è entrato nel merito di come Spadaro ha motivato gli incontri accertati dalle indagini, tra lui e l'ex capitato del Bari, Antonio Bellavista, all'hotel Una Tocq di Milano in occasione di alcune partite.

Il presidente della Figc, Giancarlo Abete, invece, è tornato a parlare di Rino Gattuso: «Oggi leggo che avremo tanti sviluppi e che la posizione di Gattuso è marginale. Certamente la visibilità che gli è stata data non è stata marginale. Bisogna creare una correlazione tra la marginalità delle posizioni e la loro visibilità altrimenti ragioniamo con due stili diversi. Ho la massima fiducia e gratitudine per la magistratura di individuare situazioni di responsabilità in capo ai tesserati che sono stati comunque sanzionati dalla giustizia sportiva – ha aggiunto al termine del consiglio federale -. Nutro però preoccupazione sul fatto che il livello di comunicazione corre il rischio di confondere le situazioni che portano all'individuazione di responsabilità. L'essere indagati è una garanzia, ma a livello di comunicazione non ha funzionato e alcune persone sono finite subito nel tritacarne»

Fonte: Ansa

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom