Breaking News

Che confusione nella polveriera romana

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 29-05-2013 - Ore 14:57

|
Che confusione nella polveriera romana

C'è qualcuno a Roma che ha perso il senso dell'orientamento. Più di qualcuno, ormai non sa proprio dove lo porteranno gli eventi. Probabilmente perchè chi è al volante e dovrebbe guidare questa società non ricorda più la strada. 

Quella strada tracciata due anni fa, quando si parlava di progetto vincente ed ambizioso. Di gioco d'attacco e di soddisfazioni per i tifosi. Si è partiti con Luis Enrique, direttamente dalla scuola blaugrana. L'intenzione era quella di creare una squadra capace di emulare le gesta del grande Barça, in nome del possesso palla. Il risultato è stato evidente, una squadra lenta e poco incisiva davanti, che veniva puntualmente infilata dalla prima palla gol avversaria. 

E poi l'idea, dallo "stregone" spagnolo al "maestro" boemo. Passando da un opposto all'altro, si è scelto Zeman. Se non ha funzionato una soluzione, proviamone una completamente diversa. Calcio in verticale e sempre all'attacco, risultato: gol subiti a grappoli ed incredibili rimonte degli avversari. 

Se ci mettiamo tanti altri ingredienti, come il carattere dei giocatori e la testardaggine di allenatori e dirigenti, il gioco è fatto. Due anni di delusioni, all'insegna della confusione e dell'incertezza. Come quando sbagli il primo bottone della camicia, che poi li sbagli tutti. 

Ora si corre ai ripari, perchè di tempo non ce n'è più. E non c'è più neanche la pazienza di una tifoseria fin troppo concessiva. Allegri potrebbe fare un pò di chiarezza, sempre che abbia chiarito prima quello che vuole fare lui. 

Qui c'è una "polveriera" che lo aspetta, per mettere in gioco la sua credibilità di allenatore rispettato e vincente. Il gioco vale la candela?

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom