Breaking News

Daspo di 5 anni a Genny 'a carogna

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 06-05-2014 - Ore 17:50

|
Daspo di 5 anni a Genny 'a carogna

Una sfida incomprensibile, che va oltre la contestazione. L'affronto, stavolta, era diretto allo Stato, a quelle istituzioni che hanno fermamente condannato quanto accaduto prima, durante e dopo la finale di Coppa Italia. L'intenzione degli ultrà era quella di far indossare a tutta la curva A, in occasione del posticipo contro il Cagliari, la maglietta con la scritta "Speziale libero", la stessa che ha mostrato al mondo intero, Genny 'a carogna, in quei momenti d'inquietudine che hanno caratterizzato Fiorentina-Napoli. L'intenzione di stampare 30mila magliette con quella scritta alla fine non si è realizzata. Ma fino a poche ore dal match si discuteva se farlo o meno. Un ulteriore affronto, anche solo il pensarlo, alla memoria dell'ispettore Filippo Raciti, ucciso proprio dalla follia dell'ultrà catanese, Speziale, che sta scontando la pena per quell'omicidio.

STOP DALLA QUESTURA — Appena circolata la notizia la Questura di Napoli è intervenuta e ha avvisato immediatamente gli ultrà con un comunicato: "In occasione dell'incontro di calcio Napoli-Cagliari che si disputerà presso lo stadio San Paolo, la Questura di Napoli esorta i supporter partenopei a tenere comportamenti corretti e rispettosi del Regolamento d'uso dell'impianto. La Questura precisa che eventuali esposizioni all'interno dello stadio di cartelli, striscioni, stendardi, emblemi, magliette, materiale stampato dai contenuti offensivi o comunque intolleranti che incitano alla violenza darà luogo all'ordine di non avvio ovvero di sospensione dell'incontro di calcio, oltre a determinare l'adozione di provvedimenti Daspo nei confronti di singoli responsabili, che saranno individuati anche grazie al sistema di videosorveglianza attivo all'interno dell'impianto sportivo".

ABETE E MALAGO' — "Maglie pro Speziale in Napoli-Cagliari? La posizione della Questura è chiara, con situazioni di questo genere non si gioca. È una cosa che non può essere consentita, non se ne parla proprio", ha commentato il presidente della Figc, Giancarlo Abete. "Se fosse per me non giocherei", gli ha fatto eco il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha aggiunto: "Bisogna fare come la Thatcher con gli hooligans".

DASPO — Intanto è stato notificato un Daspo di 5 anni a Gennaro De Tommaso, il tifoso del Napoli protagonista del faccia a faccia con Marek Hamsik poco prima della finale di coppa Italia all’Olimpico tra gli azzurri e la Fiorentina. Non si conoscono altri dettagli, ma è probabile che il provvedimento sia arrivato al De Tommaso per essersi arrampicato sulle barriere che dividono gli spalti dal campo e per avere indossato la maglietta “Speziale libero”.

 

Fonte: GAZZETTA.IT

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom