Breaking News

de Boer: "Domani partita difficile, la Roma è una squadra fortissima. Totti è un grande, cambia il gioco dei giallorossi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 01-10-2016 - Ore 13:25

|
de Boer:

Frank de Boer, allenatore dell'Inter, ha parlato quest'oggi in conferenza stampa della gara che vedrà di fronte i nerazzurri e la Roma. Queste le sue dichiarazioni:

Preoccupato per queste partenze handicap?

"Abbiamo parlato di questo perché io non voglio vedere un atteggiamento come quello del Praga. È per me soltanto una questione di atteggiamento. Per me, la partita non comincia quando l’arbitro fischia ma giorni prima. Bisogna immaginare la partita e se pensiamo solo al fischio dell’arbitro è troppo tardi. Contro la Roma è facile stare attenti ed avere un buon atteggiamento".

Replicabile la partita contro la Juventus?

"È una possibilità, tutti i miei giocatori sono pronti per giocare. Per me, oggi ho sentito che i miei giocatori sono pronti per la Roma".

Cosa penso della Roma e di Totti?

"La Roma è una squadra fortissima perché ha giocatori con molta qualità. Domani sarà una partita difficile perché hanno molti giocatori che possono fare la differenza. Totti per me è un grande giocatore. Può sempre segnare e quando ha un’occasione è difficile marcarlo perché ha tanta esperienza. Quando Totti entra cambia sempre il gioco della Roma e per me è un grande". 

Come sta Joao Mario?

"Sta bene. Ha fatto bene in allenamento così come Brozovic. Abbiamo molti giocatori che sono pronti per essere convocati".

Un giudizio sulla stampa italiana?

"Non ho problemi con la stampa perché per me è sempre uguale. Quando giochiamo bene va bene, quando giochiamo male la stampa ci critica. Stiamo costruendo un buon progetto. Ho visto che abbiamo intrapreso la giusta direzione. Non sono contento del match contro il Praga ma negli allenamenti ho visto che abbiamo fatto un passo avanti".

Ansaldi?

"Non ha i 90’, sarà difficile perché non ha mai giocato però è pronto per giocare ed è convocato per domani".

Se le risposte che ho dai giocatori mi soddisfano?

"Prima del match parliamo sempre individualmente con i giocatori e dopo la partita lo stesso. Io parlo sempre con i giocatori, non è un problema quando un giocatore sbaglia però bisogna che capisca e che cambi. Quando il giocatore ha la testa aperta e non chiusa è un segnale positivo".

Chi rischia di più domani?

"Credo le due squadre vorranno vincere. Per me sono 2 squadre con qualità. È solo una questione di tempo per vedere le squadre arrivare a un buon livello. Per me quando vedo la Roma vedo un club che può vincere contro chiunque".

Che rapporto ho con Moratti?

"La prima volta che ho sentito questa notizia non ho pensato perché sono rimasto concentrato sulla partita di domani. Dobbiamo rimanere concentrati e basta".

I tifosi delusi dal tweet di Brozovic?

"Tutti i miei giocatori devono capire che i social media sono molto importanti e pericolosi. Secondo me deve capire quando bisogna usarlo. In questo momento non era giusto usare questo social. Questo discorso vale per tutti i miei giocatori. Ho visto un portiere dell’Ajax usare Snapchat durante il primo tempo e poi vincere una partita, però per me non è giusto. Devo prendere una decisione su questo fatto perché bisogna stare concentrati. Bisogna pensare che la partita contro la Roma sia oggi non domani".

Se ci sia il rischio di avere un gruppo a 2 velocita tra coppa e campionato?

"Vogliamo vincere sempre però in alcuni momenti bisogna scegliere il migliore da mettere in campo. Devo vedere gli allenamento. In questo momento i miei giocatori non sono pronti per giocare ogni 3 giorni. Il fisico influisce sulla testa e sulla tattica. Quando è troppo per i miei giocatori si rischia qualche infortunio e questo è un aspetto molto delicato. Vedete la questione João Mário. Il prossimo anno tutti i miei giocatori potranno giocare ogni 3 giorni”.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom