Breaking News

De Sanctis: "Consolidiamo la classifica"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-03-2014 - Ore 21:37

|
De Sanctis:

«La cosa più importante è che la squadra riesce a fare gioco indipendentemente dagli interpreti, per questo siamo ottimisti e speriamo di regalarci un finale di stagione importante che ci permetta di consolidare la nostra classifica».

Firmato Morgan De Sanctis.

A distanza di pochi giorni dal ko a Napoli, e dal grave infortunio al ginocchio capitato a Strootman, il portiere della Roma scommette sulla forza del gruppo allenato da Garcia. D'altronde, a difendere il concetto che «la somma delle parti è più importante di un solo grande giocatore» è stato di recente proprio il presidente Pallotta che oggi compie 56 anni.

Per De Sanctis, che in Europa ha fatto peggio solo del collega del Bayern Monaco, Neuer, già lunedì sera con l'Udinese ci sarà l'immediata reazione della squadra, pronta a dedicare il successo al compagno olandese. «Dispiace per l'infortunio di Kevin perchè era in una fase importante della sua carriera, della stagione, e aveva anche l'obiettivo di fare un grandissimo mondiale e questo credo che sia stato sicuramente il peccato più grande per lui - spiega l'estremo difensore giallorosso a margine di un evento organizzato da uno sponsor - Certo, se proprio uno deve farsi così male e rimanere tanto tempo fuori non c'è periodo migliore visto che tra 60 giorni questa stagione finirà e ci saranno tre mesi senza partite ufficiali, quindi avrà tutto il tempo per recuperare bene».

Tra sfide di campionato e Coppa Italia col Napoli, però, la Roma ha pagato un prezzo altissimo.

«Dal punto di vista degli infortuni non siamo stati particolarmente fortunati...vorrà dire che il prossimo anno staremo più attenti quando li affronteremo» aggiunge De Sanctis, già proiettato alla gara con l'Udinese: «Abbiamo De Rossi fuori per squalifica, però la prestazione di Taddei è stata assolutamente positiva al San Paolo».

Meno soddisfacente invece il rendimento sotto porta:

«Difficoltà a trovare il gol? Effettivamente non segniamo più come in altre circostanze, però credo sia solo un momento e sono sciuro che nelle prossime 12 partite ci sarà spazio per dimostrare che la nostra fase offensiva funziona - continua il portiere - Non devono esser messi sotto pressione solo gli attaccanti perchè i gol li possono fare anche centrocampisti e difensori. E se non si riesce a far gol le partite si possono anche pareggiare 0-0. Conta il lavoro di squadra, che è quello che noi ci auguriamo di fare nel miglior modo possibile fino al termine della stagione».

Per lo sprint finale, poi, la Roma potrà contare nuovamente su capitan Totti, di nuovo a disposizione di Garcia.

«Francesco rientra, è un fatto positivo, lui chiaramente in attacco è capace di fare un lavoro di suggeritore importantissimo, sa anche concretizzare, e sa prendersi delle responsabilità con più facilità - conclude De Sanctis - Siamo assolutamente positivi ed entusiasti che da qui fino al 18 maggio tutto potrà filare per il verso giusto»

Fonte: ansa

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom