Breaking News

Donadoni: "La Roma è attrezzata per lottare per lo scudetto sino alla fine. Spero di avere Destro contro i giallorossi"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-11-2015 - Ore 14:58

|
Donadoni:

"La forza di questa squadra deve essere la coesione all'interno dello spogliatoio, non deve esserci il giocatore che spicca, a trainare il Bologna deve essere il gruppo". Queste le parole di Roberto Donadoni, tecnico del Bologna intervistato da Sky Sport 24. L'ex allenatore del Parma si è seduto sulla panchina dei rossoblu da 2 partite e ha portato a casa 6 punti "Ho cercato di portare la mia esperienza, di individuare i tasti dove era piu' importante intervenire ma in cosi' poco tempo non si possono fare grandi cose, ora con la tranquillita' che ha portato questi due risultati vogliamo continuare a portare avanti il nostro lavoro, sapendo che il cammino e' lungo e' difficile, ci sara' una concorrenza molto agguerrita e lo sappiamo". Donadoni sa che già alla ripresa del campionato dovrà affrontare un avversario di primissimo livello come la Roma. "In classifica c'e' chi sta davanti alla Roma e questo dimostra la grande concorrenza che c'e' in questo campionato. La squadra di Garcia e' attrezzata per lottare fino in fondo e sara' in corsa per lo scudetto per tutta la stagione perche' ha valori molto importanti". La caratteristica più importante che ha portato il tecnico bergamasco è 'la mentalita', che deve essere sempre costruttiva, "se ti fai travolgere dalle tensioni della classifica entri in un processo negativo, invece il nostro atteggiamento e' stato quello giusto e ci ha permesso di vincere due partite molto importanti. Sappiamo, pero', che per centrare il nostro obiettivo c'e' tanta strada da fare".

Ieri durante l'allenamento si è fermato 'ex romanista, Mattia Destro. Donadoni è fiducioso, comunque, di poterlo avere a disposizione per il match del 21 novembre: "Ha avuto problemi alla caviglia, oggi e' fermo e sara' cosi' per i prossimi 2-3 giorni. Sta facendo gli accertamenti del caso ma mi auguro di poterlo avere gia' contro la Roma. Ha le motivazioni giuste per far bene, lo ha dimostrato in queste ultime due partite e ne ha tratto beneficio anche la squadra, spero che questo stop non complichi le cose". Dopo 3 anni vissuti sulla panchina del Parma, una parte del suo cuore è rimastoi gialloblu, che ha seguito anche nei primi mesi di questo campionato in cui era disoccupato "Seguo sempre il Parma, sono legato a una citta' dove ho passato tre anni intensi, dove ho avuto anche una bimba e dove il feeling affettivo non puo' mancare, spero che la squadra risalga la china prima possibile - ha concluso l'ex numero 7 del Milan -. Dopo Parma posso dire di averle viste tutte? Si dice che al peggio non c'e' mai fine, ma preferisco pensare che non ci siano limiti al meglio".

Fonte: Sky Sport 24

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom