Breaking News

(EDITORIALE) Nuovo Logo, ma pochi passi in avanti a livello Visual - Il Caso Dello Shakhtar Donetsk

condividi su facebook condividi su twitter Di: Marcel Vulpis 23-05-2013 - Ore 20:09

|
(EDITORIALE) Nuovo Logo, ma pochi passi in avanti a livello Visual - Il Caso Dello Shakhtar Donetsk

Cinque anni fa lo Shakhtar Donetsk, come l'AS Roma, ha deciso di rilanciarsi sul mercato ucraino e in Europa puntando su una "Brand Identity"nuova. Per prima cosa si è affidata ad “Interbrand” uno dei colossi mondiali nella rielaborazione dei "logotipi" e dei marchi in generali. C'è stato uno studio intenso della storia di questo club dell'Europa dell'Est e alla fine è uscito un logo moderno, ma capace di rispettare la storia di questa storia e di quel territorio specifico (Donetsk era ed è una zona mineraria e il club nasce dall'idea di un gruppo di minatori). 

Il logo dello Shakhtar è passato poi al vaglio della tifoseria, che ha apportato una serie di importanti modifiche, fino ad arrivare a quello definitivo attualmente in uso e ampiamente condiviso. Insomma questa è la storia di un club che si sta affacciando anno dopo anno nell'Europa che conta, a Roma, invece, molti di questi passaggi non sono stati proprio considerati, a partire dall'idea di far valutare il marchio "nuovo" alla tifoseria (e infatti i tanti sberleffi e commenti negativi nascono anche da questo errore di valutazione o mancata condivisione). 

Il marchio della nuova AS Roma sinceramente non fa strabuzzare gli occhi, né intriga o fa innamorare. Giusta l'idea di rilanciare la "Brand Identity", ma non basta fare un countdown di 5 giorni su Twitter per stupire gli animi dei tifosi giallorossi. 

Speriamo che nei prossimi mesi la direzione del club di Trigoria possa intervenire con dei correttivi, perchè il logo è il principio base della "Brand Identity"di un'azienda (anche se sportiva). Se si sbaglia su questo punto anche il merchandising delle prossime stagioni parte con l'handicap. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

Diego 24/05/2013 - Ore 12:00

Se l'obiettivo era di enfatizzare l'identity "Roma", c'è un errore di fondo in quanto la lupa con i gemelli è di per sé un icona universalmente riconosciuta. Per di più non è più "metallica", ma colorata di grigio come un fumetto qualsiasi (al metallo è associato valore tangibile, al colore emozionale e sinceramente il grigio...). Il PSG ha evidenziato la scritta Paris per enfatizzare il carattere internazionale a scapito di Saint-Gérmain rimuovendo inoltre la culla reale (identità con il borgo omonimo) sotto la torre Eiffel. Speriamo rinsaviscano perché sembra una roba da bancarella abusiva.

Matteo 23/05/2013 - Ore 21:54

Tutto corretto. E possiamo dire anche che il nuovo merchandising è vuoti, misero quanto il logo

romanista 23/05/2013 - Ore 20:47

Qualsiasi cambio di identity offendera un fedele. Anche se alla inizio non mi piaceva, sono sicuro che questo logo aumentera' gli entroiti della societa.

chiudi popup Damicom