Breaking News

L'ex giallorosso Galloppa si infortuna di nuovo: altri 5 mesi di stop

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 09-02-2016 - Ore 22:30

|
L'ex giallorosso Galloppa si infortuna di nuovo: altri 5 mesi di stop

Quel crac, quel dolore, quelle lacrime, quello spavento. Daniele Galloppa li conosce bene, troppo bene. Domenica contro il Cesena gli è successo di nuovo: quindici minuti di partita e il ginocchio destro si è arreso. È la seconda volta, e altre due volte è toccato al sinistro. Il comunicato ufficiale apparso sul sito del Modena parla di una prognosi di 4/5 mesi ma il timore, un po' per tutti, è che stavolta Galloppa possa non rientrare più. Quattro infortuni così gravi paiono quasi una sentenza, e alzarsi, stavolta, potrebbe non essere così facile. Una carriera, quella del 30enne romano arrivato anche a vestire nel 2009 per due volte la maglia della nazionale di Marcello Lippi, il cui rendimento è stato pesantemente compromesso dalla sfortuna, e che oggi rischia di chiudersi nel modo peggiore.

LE TAPPE DEL CALVARIO — Il primo k.o. importante Galloppa lo subì nel 2010: durante un'amichevole nel precampionato contro lo Shaktar Donetsk, il giocatore, allora al Parma, si infortunò rimediando un trauma distorsivo al ginocchio sinistro che lo costrinse a restare lontano dai campi fino al gennaio 2011. Qualche mese di sollievo, poi il 21 ottobre 2012, durante Parma-Sampdoria, ecco il secondo stop: Daniele si accascia di nuovo a terra per una lesione allo stesso legamento crociato del ginocchio sinistro. Sembrava finita già allora, ma con una forza di volontà fuori dal comune Galloppa torna in squadra nell'estate del 2013, quando riprende la preparazione insieme a tutto il gruppo. L'illusione dura però poco, perché a luglio, in amichevole contro l'Olympique Marsiglia, il centrocampista si fa male nuovamente, stavolta al ginocchio destro, con il legamento crociato anteriore che cede di schianto. Si parla di ritiro, a trent'anni non ancora compiuti, ma lui non molla.

A MODENA CON CRESPO — Fa in tempo a rientrare nell'ultimo incontro della stagione, quindi 19 presenze l'anno seguente, nel 2014/2015, quando il fallimento del Parma chiude la sua avventura in gialloblù. Hernan Crespo, che lo aveva conosciuto proprio a Parma, lo porta con sé nella sua nuova avventura sulla panchina del Modena. Quindici partite e... quindici minuti, prima dell'ultima caduta. In Emilia lo aspettano ancora in campo, libero di testa e dalle stampelle. Sembra impossibile, ma forse non lo sarà nemmeno stavolta.

Fonte: Gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom