Breaking News

Florenzi: "Questa è la Roma più forte in cui ho giocato"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 19-11-2015 - Ore 10:58

|
Florenzi:

Il tuttofare della Roma, Alessandro Florenzi, è stato intervistato dal Corriere dello Sport. Questo uno stralcio dell'intervista:

Sul suo futuro e l’interesse del Barcellona: “Bisogna vivere giorno per giorno e non pensare al domani. Mi godo la mia splendida Roma e poi vedremo, Ora come ora penso alla Roma e penso a vincere qui, sarei però uno sciocco se dicessi di non essere lusingato dall’interesse del Barcellona. Questo interessamento significa che sto facendo bene e che devo continuare su questa strada”

Che partita sarà in Spagna e quante chance ha la Roma di passare il turno? “Sicuramente difficile. Loro sono la squadra più forte del mondo, ma contro il Barcellona all’Olimpico abbiamo fatto un exploit. In Spagna andremo senza paura, decisi a sfruttare le occasioni che avremo. Dipende dalle prossime due partite, dal nostro atteggiamento. Servono punti contro Barcellona e Bate Borisov”

Un pensiero anche per Francesco Totti, infortunato da lungo tempo: “Totti ci manca tanto, per la persona che è e per quello che dà in campo. Per noi è molto importante”

Sulla rivale per lo scudetto: “Il Napoli ha un ottimo allenatore e grandi individualità, Higuain fa paura”.

Su un possibile ritorno di Benatia: “Dopo che è venuto qui a Monaco abbiamo avuto diverse occasioni di risentirci e mi ha fatto i complimenti per il gol contro il Barcellona E’ un grande difensore. Se gli serve una casa, la troviamo”.

Su Dzeko: "Dzeko ci sta cambiando in meglio: segna, serve assiste gioca per la squadra. E' il top player grazie al quale otterremo grandi risultati."

La fascia da capitano: un onere o un onore? "Tutte e due. Indossarla dà una responsabilità in più, ma è anche un motivo di orgoglio. Era un sogno che avevo quando vedevo Totti e De Rossientrare in campo con quella fascia".

Sabato c'è il Bologna: "Donadoni ha cambiato poco, ma ha saputo toccare i tasti giusti visto che con lui sono arrivati 6 punti in 2 incontri. Troveremo un Bologna galvanizzato e sarà dura, ma noi dobbiamo vincere a tutti i costi".

Qual è l'obiettivo dell'Italia agli Europei?: "Puntiamo a qualcosa di importante, ma per riuscirci non dobbiamo avere paura. Ieri (martedì, ndr) sul 2-1 avremmo dovuto tirar fuori qualcosa in più per non subire il pareggio e invece... Abbiamo concesso pochissime occasioni, siamo stati sempre puniti. Così non va"

Rudi Garcia: "Garcia è uno che ti parla sempre in faccia e ti dice quando le cose vanno bene e quando vanno male. Ti supporta e ha avuto un grande approccio con tutti noi".

Qual era il suo stato d'animo quando le hanno detto del tragici attentati di Parigi? "Siamo stati informati dopo la nostra partita (in Belgio, ndr) e ci siamo subito preoccupati per la gente che potevamo conoscere in Francia e per la moglie di Sirigu che era lì. Sono fatti che non fanno piacere e che ti segnano. Speriamo si risolva tutto".

 

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom