Breaking News

Focus su Edin Dzeko

condividi su facebook condividi su twitter Di: Yuri Oggiano 21-01-2016 - Ore 16:24

|
Focus su Edin Dzeko

E’ arrivato tra la folla e l’attesa dei tifosi romanisti a Fiumicino. Migliaia di persone ad aspettare quello che doveva e deve essere il bomber della Roma. Edin Dzeko era molto emozionato al suo arrivo, e visibilmente felice e pronto per la sua nuova avventura.

L’inizio è promettente perché il numero 9 va subito in gol nella strana amichevole contro il Siviglia. Una doppietta per lui con la possibilità di trovare anche la terza rete. Si sblocca subito, dopo 4 minuti, con una sassata che rischia di spaccare la traversa prima di trovare la fine della sua corsa contro la rete.

Successivamente, arrivano le partite che contano in campionato, il bosniaco non fallisce e contro la Juventus decide il match sovrastando Chiellini con senso di posizione e potenza fisica con uno stacco di testa imperioso. La corsa verso la Curva Sud ad abbracciare i tifosi, quei tifosi che da li in poi in casa non troverà più.

Le attenzioni degli avversari su di lui sono molte ed è costretto a prendersi la palla in una posizione non sua aiutando la squadra in fase di possesso, mentre spesso e volentieri rincorre gli avversari per recuperare il pallone.

Un giocatore universale che però perde di vista il suo vero obiettivo, fare gol. Infatti in Serie A, per vedere esultare Dzeko dopo la Juventus, bisogna arrivare al rigore contro la Lazio. Per il centravanti quello è un periodo molto buono perché comincia a segnare con regolarità tra Nazionale e Roma in Champions.

Arriva la pausa e lui si gioca il passaggio all’Europeo con la sua Bosnia. La sua Nazionale, nonostante la sua rete, fallisce l’obiettivo ma lui torna molto carico e alla ripresa si presenta sul dischetto contro il Bologna trasformando con freddezza sfoderando un’esultanza che ha quasi del liberatorio.

Quello sarà l’ultimo gol di Dzeko in campionato tra errori che costano punti, come quello contro il Torino, ad altri che sgretolano la fiducia dei tifose nell’attaccante. Errori che cominciano a diventare pesanti, una spada di Damocle conficcata nella sua schiena con la Roma che sta pagando il periodo buio dell’attaccante che si sente minacciato anche da un giovane di belle speranze, Umar Sadiq.

Il ragazzino, lanciato da Garcia, si è dimostrato subito maturo e pronto per la Serie A attaccando bene gli spazio in area di rigore, contro Chievo e Genoa, e ridicolizzando la difesa del Milan.

Competizione o no tra i due la Roma deve ritrovare Dzeko e chissà che il cerchio non si chiuda contro la Juventus.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom