Breaking News

Fuori dalla Champions, si punti dritti allo scudetto

condividi su facebook condividi su twitter Di: Gabriele Nobile 10-12-2014 - Ore 23:00

|
Fuori dalla Champions, si punti dritti allo scudetto

La Roma perde anche contro il Manchester City, quindi non si qualifica per gli ottavi di finale della Champions League, passando direttamente alla coppa meno nobile, quell’Europa League sempre troppo snobbata dalle squadre italiane, ma unico sbocco europeo per le ambizioni della squadra guidata da un incerto Garcia. Giusto così per una squadra, che in sei partite ne ha vinta solamente una, quella dell’esordio nella competizione contro il Cska Mosca, poi 2 sconfitte contro gli inarrivabili panzer tedeschi del Bayern Monaco, un pareggio contro il City all’andata ed un pareggio contro il Cska sul campo di Mosca, risultato che, alla luce dei fatti, ha condannato la Roma ad uscire dalla coppa regina. Troppo poco per una squadra come la Roma che era sì inserita in un girone di ferro, ma che poteva e doveva fare di più, visto anche lo stato di forma dello stesso City nella prima parte del girone e l’inconsistenza della squadra moscovita. La squadra di Garcia si è fermata in quella serata calda dell’Olimpico quando Pep Guardiola, impartì una severa punizione alla fin troppo presuntuosa Roma che si presentò al cospetto dei tedeschi con troppa arroganza, figlia probabilmente di una mentalità sbagliata sia del gruppo di giocatori, ma anche della società e del management giallorosso, spesso troppo loquaci nei loro commenti…paragonabili solo a quell’ambizione del presidente James Pallotta troppo poco supportata però dai fatti. Serve serenità, ma soprattutto trovare, subito, le modalità giuste per fare un passo indietro e ritornare con i piedi per terra e fare della modestia la giusta medicina per rimettere in carreggiata una stagione e puntare decisamente allo scudetto, sogno proibito, ma che ad oggi dista solo 3 punti. Troppo alto il livello di questa competizione, per una squadra come la Roma che non è ancora pronta per affrontare sfide così impari (Cska Mosca a parte), concentrarsi sul campionato per non rifare gli stessi errori commessi sabato scorso contro il Sassuolo ed immergersi nell'Europa League con serietà, ma senza pretese, tanto, andando avanti i giallorossi si troveranno ad affrontare club più blasonati e con un'esperienza maggiore di questa Roma, che gioca ancora troppo sotto-ritmo e non ai livelli del calcio europeo, troppo veloce per i ragazzi di Garcia.

Discorso diverso sarà di imporsi nel campionato nostrano, dove la Roma, fino ad oggi, non ha quasi mai sfigurato.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom