Breaking News

Gervinho il sempre-presente

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 23-08-2015 - Ore 12:00

|
Gervinho il sempre-presente

Il campionato è tornato e, con lui, i piaceri e le polemiche del calcio italico. Quelle polemiche che a Roma ci piacciono tanto, pronte a scatenarsi dopo il primo risultato non soddisfacente della squadra giallorossa (quest'anno abbiamo dovuto aspettare poco). Ma, aldilà dei giudizi di merito sulla prestazione di ieri contro l'Hellas, ci vogliamo concentrare su un aspetto in particolare: Gervinho, con Garcia, gioca sempre. 

Anche ieri, quando in molti pensavano che sarebbe partito titolare il tridente nuovo di zecca con Iago Falque accanto a Dzeko e Salah, il tecnico giallorosso ha smentito tutti. Lo spagnolo che si era messo in mostra durante il precampionato si è dovuto accomodare in panchina, per far spazio alla "freccia nera".

Numeri alla mano, i minuti giocati da quando veste la maglia della Roma dall'ivoriano sono 5718, divisi per 72 apparizioni totali tra Serie A, Coppa Italia, Champions ed Europa League, nelle quali ha messo a segno 19 gol fornendo 18 assist ai compagni. Numeri importanti, per un giocatore che non predilige le conclusioni in porta ma crea molte occasioni per la squadra.

Nella prima stagione nella capitale è rimasto in campo per tutta la partita per ben 24 volte in campionato su 33 presenze totali, mentre in tre occasioni ha lasciato il campo dopo il minuto 80 di gioco. L'anno scorso i match da novanta minuti sono stati 18 su 24 presenze, con Garcia che lo ha scelto lasciandolo spesso in campo anche dopo l'esperienza in Coppa d'Africa. 

Nell'esordio stagionale di ieri, quando la Roma aveva bisogno di freschezza davanti il tecnico ha deciso di privarsi prima di Salah e De Rossi, per inserire rispettivamente Iago Falque e Keita, ma soltanto all'83° ha richiamato in panchina l'ivoriano per far spazio a Victor Ibarbo. Effettivamente i cambi hanno dato una piccola scossa alla squadra, che si è resa pericolosa sul finale con Pjanic e Nainggolan

Se c'è un giocatore a cui Garcia non vuole proprio rinunciare quello è Gervinho. Considerando che il mercato che stava per togliergli il suo pupillo non è ancora finito, tutto può ancora succedere, ma difficilmente il tecnico francese potrebbe accettare di buon cuore un addio dell'ivoriano al fotofinish. 

Fonte: Federico Paolini- Insideroma

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom