Breaking News

Iachini: "Dopo un'ora ci siamo fermati. Va cambiato l'atteggiamento"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 20-08-2016 - Ore 21:20

|
Iachini:

IACHINI IN CONFERENZA STAMPA

"Cosa mi dà più fastidio? La partita va letta in due modi diversi, abbiamo fatto una buona ora di gioco, concedendo quasi nulla, siamo venuti qui anche per riproporci bene, abbiamo avuto qualche chance, dovevamo trasformare le occasioni. Non siamo stati così bravi a essere incisivi come dovevamo, siamo stati squadra, dovevamo continuare a farlo. C’è stato il primo rigore, poco dopo il secondo e lì la partita si è messa su binari difficili, abbiamo perso qualche certezza, anche suil piano mentale. Lavoreremo su quello, ma dobbiamo ripartire da quell’ora di gioco, creando i presupposti per essere pericolosi. Dispiace per l’ultimo quarto d’ora-venti minuti, dovevamo restare dentro la partita. Fofana e De Paul? Sono arrivati quest’anno, da poco tempo. Hanno bisogno di lavorare, di capire il calcio italiano, fatto di poche pause e densità, di stare sempre nella partita, stanno cercando di migliorare e di integrarsi a livello di lingua, devono capire e avere una crescita. Come altri giovani hanno bisogno di tempo come è normale che sia. Perotti? La Roma ha giocatori che quando entrano sono importanti, al di là del singolo la squadra ha tenuto bene il campo, dopo i due rigori abbiamo concesso qualche situazione in più, dobbiamo lavorare e migliorare. La squadra ha dimostrato che giocando con De Paul e due punte era difficile, concedere spazi a una squadra così rapida non ci avrebbe concesso di fare quello che volevamo. LE cose le avevamo fatte giuste, avevamo accompagnato l’azione con gli esterni, dovevamo essere più incisivi. Non conta il numero delle punte, ma l’atteggiamento. Per quanto riguarda Adnan, aveva fatto delle ottime partite da quinto alle Olimpiadi, era in condizione, in quella zona ci serviva fisicità, in questo momento si è fatta una scelta. Jantko non era pronto per giocare contro Salah, serviva un giocatore bravo nelle due fasi, ma non è che non fosse pronto. Empatia? Per quanto visto nella prima ora la squadra ha fatto la partita che doveva, c’era la Roma che lotterà fino in fondo per lo scudetto, una squadra a cui non doveva essere data l’opportunità di crearci problemi. C’è stato l’episodio del rigore, ma non voglio guardarli. Voglio guardare ciò che la squadra ha fatto per un’ora, non mi è piaciuto che ci siamo fermati. Va cambiato l’atteggiamento".

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom