Breaking News

In arrivo André Ayew: figlio, nipote e fratello d'arte (video)

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 04-06-2015 - Ore 14:56

|
In arrivo André Ayew: figlio, nipote e fratello d'arte (video)

Quando si dice passione di famiglia. La Roma sta per acquistare André Ayew, figlio di Abedì Ayew, detto Pelè, nipote di Kwame Ayew e fratello di Jordan e Abdul Rahim Ayew. Insomma, una famiglia di calciofili. 

Calciatori di livello internazionale, se pensiamo che il capo-famiglia Abedì prese il soprannome del più illustre collega proprio grazie alle gesta compiute sul prato verde. Per lui tanti anni in Francia, dall'87 al '94, con le maglie di Marsiglia, Lille e Lione. E addirittura due stagioni nel bel paese, con la casacca granata del Torino, con la quale totalizzò 14 gol in 49 presenze di serie A. Profeta in patria come all'estero, destinato a lasciare la sua eredità a qualcuno prima o poi, magari proprio al secondo figlio André.

Cresciuto nelle giovanili dell'OM, nel 2007 fece la sua prima comparsa in prima squadra. L'estate successiva i dirigenti della società bianco-azzurra decisero di cederlo in prestito al Lorient, dove André non andò soltanto a farsi le ossa ma anche a totalizzare tre reti in 22 partite di Ligue 1. Nonostante le buone prestazioni la chiamata da Marsiglia si fece ancora attendere, e venne accettata l'offerta dell'Arles-Avignon, squadra di seconda divisione. 

A quanto pare non era un raccomandato il ragazzo, nonostante le ottime referenze di papà Abedì. Doveva ancora lavorare duro, per guadagnarsi la fiducia dei marsigliesi, e così fece per garantire anche la prima promozione della storia della sua squadra. Finalmente, nell'estate 2010, arrivò il biglietto di sola andata per Marsiglia.  

Tredici, sedici, dodici, otto e undici, le cifre alla dicitura gol stagionali di Ayew. Niente male, soprattutto per uno che di lavoro non fa la punta centrale ma il centrocampista offensivo o al massimo l'ala. Velocità ed aggressività, oltre ad una buona sicurezza in fase di impostazione e di finalizzazione, le doti del ghanese (51 presenze in nazionale). 

Con la Roma, come anticipato in questi giorni, mancava solo l'ufficialità dell'accordo, basato su un ingaggio da 2,5 milioni a stagione per tre anni. A quanto pare, però, nelle ultime ore c'è stata una brusca frenata nella trattativa, ma si sa, le strade del mercato sono infinite...

Fonte: Federico Paolini- Insideroma

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom