Breaking News

KLOPP: "Sono sorpreso dalla Roma e da come la fa giocare Garcia. Poi c'è Totti, che è incredibile"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 25-11-2013 - Ore 17:08

|
KLOPP:

Klopp, decisamente poco politically correct: "Real e Chelsea? Io resto al Borussia Dortmund. Guardiola? Io sono una da battaglia. Italia? Sacchi modello, Totti incredibile".

Eclettico, scatenato, maniacale. Alcune delle caratteristiche di Jurgen Klopp, allentore del Borussia Dortmund vice-campione d'Europa che domani sera si giocherà buona parte di stagione nel (quasi) dentro o fuori contro il Napoli di Rafa Benitez.

Il 46 enne tecnico tedesco, è stato intervista da 'Repubblica' e come sempre le sue dichiarazioni non sono mai scontate: "Mi piacciono i giocatori matti, se avessi un budget più alto andrei a prendermi Ibrahimovic. Sul mercato comunque bisogna avere idee chiare, non costruirei mai un dream team. Con venticinque super-super-super star devi sempre avere un motivo per spiegare un'esclusione".

Klopp, sogno proibito di diversi top club, spiega così il suo rapporto viscerale con il Borussia: "Ho rinnovato perché a Dortmund si parla solo di calcio, nessuno mi chiede della barba o di come mi vesto, loro sanno che se mi chiama il Real io resto qui. Il Chelsea? Hanno chiamato in tanti ma possono anche risparmiare i soldi del telefono. Io non voglio allenare la squadra più forte al mondo, voglio batterla".

In Bundesliga si gioca un ottimo calcio, gli stadi sono moderni, il tifo è sano. Ma secondo Klopp i meriti del calcio tedesco e in particolar modo del Borussia sono anche altri: "Siamo gli unici che posso permettere ad un ragazzo di talento che crescerà da noi. Qui se perdi dieci partite di fila non sei a rischio. La gente viene dall'estero per vederci o per la birra, comunque sanno che non facciamo Romeo e Giulietta ma calcio puro, vero. Pallone d'oro degli allenatori? Spero vinca Heynckes".

Il biondo teutonico spara a zero conro il tiki-taka. Il suo calcio è un'altra storia: "C'è chi dirige la squadra come un'orchestra, ma il possesso palla è come una canzone silenziosa. Io voglio una squadra che faccia 'bang': se da bambino avessi visto il Barcellona degli ultimi quattro anni credo che avrei giocato a Tennis.Guardiola? E' perfetto ma io preferisco il calcio delle battaglie a quello della serenità".

Infine, l'ultimo pensiero va alla nostra Italia, terra di grandi difensore e grandi allentori. Passato e presente di Klopp: "Una volta eravate i migliori in difesa. Sacchi è stato uno dei miei modelli, ho studiato video sulla sua squadra e sui movimenti di Maldini e Albertini. Oggi sono sorpreso dalla Roma e da come la fa giocare Garcia. Poi c'è Totti, è incredibile Totti".

Fonte: goal.com

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom