Breaking News

La lotta al terzo posto

condividi su facebook condividi su twitter Di: Yuri Oggiano 07-03-2016 - Ore 17:47

|
La lotta al terzo posto

Dopo la roboante vittoria contro la Fiorentina per 4-1, la Roma è ufficialmente al terzo posto in solitaria. La rimonta è completata ma ora non bisogna abbassare la guardia perché i giallorossi sono attesi da molte partite toste e in breve tempo a cominciare da domenica dove si farà visita all'Udinese. I bianconeri sono alla ricerca disperata di punti salvezza e contro il Frosinone è arrivato uno stop molto pesante che rende la partita insidiosa.

La partita contro la Fiorentina, inoltre, fa diventare la Roma il migliore attacco della Serie A con ben 59 sigilli messi a segno contro i 58 del Napoli. L'appetito vien mangiando e proprio al Napoli potrebbe guardare la banda Spalletti che negli scontri diretti mancanti deve affrontare anche l'Inter.

Confrontando i calendari della seconda e della terza in classifica, quello del Napoli appare molto più in discesa con il prossimo grande incontro che sarà contro la squadra di Mancini a metà aprile. La Roma, dal canto suo, oltre Udinese e Inter dovrà affrontare la Lazio alla ripresa del campionato dopo la pausa delle Nazionali.

Tutto d'un fiato per la Roma che intanto respira staccando la Fiorentina che come il Napoli troverà degli impegni ampiamente alla portata, ma si sa che questo campionato è strano e che tutte le squadre possono togliere punti.

La prima a subire ciò è stato proprio il Milan che è caduto malamente contro il Sassuolo che inoltre si è rifatto sotto ai rossoneri in classifica. La squadra di Mihajlovic ora deve guardarsi anche dietro perché per il terzo posto la Roma allunga e superare quelli davanti diventa un'impresa titanica. E' in corsa anche l'Inter che dopo la bella vittoria contro il Palermo acquista ancora fiducia. Come la Roma anche il calendario dei nerazzurri presenta molte insidie e tutto si giocherà negli scontri diretti.

Davanti a tutti c'è la Juventus che non vuole mollare la testa del campionato. Buffon non prende gol da oltre 800 minuti e solo Sebastiano Rossi e Dino Zoff sono sopra di lui in Serie A. Difesa d'acciaio che porta anche gol come quello di Barzagli all'Atalanta, decisivo per le sorti della partita. Attacchi supersonici e che stentano, difese imperforabili e ballerine, la lotta per lo scudetto e per la Champions League sarà una lunga volata come la Milano-Sanremo e nessuno si può adagiare sull'ultimo strappo perché rischia di rimanere indietro.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom