Breaking News

La Roma ritrova il suo oro nero

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 10-02-2015 - Ore 16:03

|
La Roma ritrova il suo oro nero

Adesso sono al settimo cielo per qualcosa di storico. E voglio continuare a vincere. Parola di Gervinho, neo-campione d'Africa con la Costa d'Avorio. E se è vero che vincere aiuta a vincere, i tifosi giallorossi possono ben sperare.

Di sicuro possono stare più tranquilli, ora che la Roma sta per riabbracciare la sua freccia nera. Colui che, anche da solo, può mettere a soqquadro un'intera difesa avversaria, tornerà a Trigoria entro giovedì. Accelerazioni, dribbling e passaggi invitanti per i compagni, che insieme a qualche gol, fanno spesso la differenza in positivo per la squadra di Rudi Garcia.

Tutto questo è mancato e non poco. La Roma senza Gervinho ha perso l'imprevedibilità, ma anche il rispetto degli avversari, che quando si trovano davanti l'ivoriano fanno quasi sempre un passo indietro, per paura di essere superati o presi alle spalle da qualche lancio lungo di Totti e compagni. 

In Guinea Equatoriale c'era anche un altro giallorosso, Seydou Doumbia. Un attaccante che deve ancora conoscere Trigoria e i compagni, ma che già si gode i complimenti del mister per l'impresa con la sua nazionale. Garcia sa come sfruttare le doti dell'ex CSKA, punta veloce, brava ad attaccare la profondità ma anche a dialogare con i compagni d'attacco. Un cecchino quasi infallibile dalla medio-piccola distanza. 

Dopo l'emergenza la Roma può sorridere, per il ritorno dei suoi eroi d'Africa. Che con la loro carica possono dare un grande contributo, per un girone di ritorno in cui i giallorossi devono inseguire ma anche (per ora) guardarsi le spalle. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom