Breaking News

L'arte del complicarsi la vita

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 13-05-2013 - Ore 12:00

|
L'arte del complicarsi la vita

Nel calcio come nella vita, ci sono persone o squadre che hanno la tendenza a rendere le cose più difficili di quello che sono. Una di queste è sicuramente la nostra Roma, che fino a due giornate fa era quinta in classifica, lanciatissima verso la qualificazione in Europa League.

La vittoria di Firenze, dopo il roboante 4-0 sul Siena, aveva fatto ben sperare un pò tutti. Poi si è avverato quello che è successo in tutta la stagione, dopo belle vittorie sono arrivati passi falsi incredibili. La Roma poteva farsi male solo con le sue mani, e l'ha fatto perdendo clamorosamente in casa con un Chievo praticamente salvo. Poi il pareggio di ieri sera, in cui i giallorossi hanno dimostrato di non riuscire a fare male ad una squadra che si difendeva e basta in inferiorità numerica. 

La sensazione è che qualcosa manchi dal punto di vista del gioco offensivo, è evidente la difficoltà a scardinare difese super-abbottonate. E se consideriamo anche che quello che era il miglior attacco è stato scavalcato da quelli di Juve e Napoli, si capisce qual'è il problema delle ultime uscite. Una sterilità offensiva che è costata anche la sconfitta di Palermo e il pareggio casalingo con il Pescara. 

Gli ultimi passi falsi hanno figurato una situazione nella quale la Roma è costretta a vincere la finale di Coppa Italia, per entrare in Europa si, ma sopratutto per salvare la faccia. Perdere vorrebbe dire mettere la pietra definitiva sulla seconda mediocre stagione della proprietà americana e della coppia Sabatini-Baldini. 

Una partita, 90 e forse più minuti, mille significati. 

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom