Breaking News

L'avversaria: Bologna

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 21-02-2014 - Ore 16:30

|
L'avversaria: Bologna

Cambia che ti passa. Da quando il Bologna ha cambiato guida tecnica le cose vanno decisamente meglio, ed ora la salvezza non è più un miraggio

Gli emiliani hanno perso solo due delle ultime sei partite, in cui però, è arrivata una sola vittoria e ben tre pareggi. Risultati non eclatanti, ma comunque migliori rispetto agli ultimi tempi di Pioli in panchina. Segnali di un cambio di tendenza, sopratutto nella filosofia della squadra. 

Ballardini è un esperto di situazioni difficili in cui fare da "salvagente", ed ha subito optato per una squadra più corta e coperta dietro. Orfani del gioiello Diamanti, i rossoblù conteranno su Rolando Bianchi e Cristaldo davanti, più forza fisica e meno estro. Un attacco che è sembrato il vero tallone d'achille fino a questo punto della stagione, davvero pochi i 22 gol segnati, anche per una squadra che punta alla salvezza. 

La Roma avrà davanti un'avversaria ostica, galvanizzata dall'ottima prestazione offerta a San Siro con il Milan, dove non sono arrivati punti solo grazie ad un super gol di Mario Balotelli. Da tenere d'occhio c'è sopratutto il centrocampista-incursore Kone, sempre che Ballardini non decida di sacrificarlo ancora per dar spazio all'altro greco Christodoulopoulos, terrore dei telecronisti per via del cognome abbastanza impronunciabile. 

La chiave tattica della partita è chiara, il Bologna aspetterà la Roma nella sua metà campo, provando a ripartire anche con lanci lunghi per l'ariete Bianchi. Ma attenzione a sottovalutare i rossoblù, che non sono più la squadra che ne ha presi 5 all'Olimpico lo scorso settembre. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom