Breaking News

L'avversaria: il Parma

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 16-09-2013 - Ore 17:45

|
L'avversaria: il Parma

Se i campionati finissero a dicembre, il Parma potrebbe lottare per l'Europa. Un fatto che è diventato regola nelle ultime stagioni. Una regola smentita dalle prime due uscite dei ducali, nelle quali è arrivato un solo punto. 

Non è bastato il talento di Antonio Cassano, per battere il Chievo ed evitare la sconfitta ad Udine. Il barese è evidentemente l'uomo più talentuoso a disposizione di Donadoni, colui intorno al quale l'ex ct ha costruito la sua idea di gioco. Ci dovremmo aspettare un Parma Cassano-dipendente? Probabilmente si, ma la squadra gialloblù non è solo questo. Sulla fascia destra, infatti, agisce un certo Bibiany. Uno che, con velocità e dribbling, può fare la differenza. Il compito di fare gol è affidato ad Amauri, che non vede l'ora di sbloccarsi e che spesso ha fatto male alla Roma.

Dalla cintura in su, tutto bene per il Parma. Anche il centrocampo, che può contare sulla visione di gioco di Valdes e sugli inserimenti di Parolo e Marchionni. La difesa è forse il punto debole, sopratutto perchè mancherà Paletta, uomo di grande importanza per l'agonismo che mette in campo. Ci sarà l'esperienza di Lucarelli, affiancato da Felipe e dall'adattato Cassani. L'ex Palermo ha sempre agito come esterno in difese a quattro o centrocampi a cinque, e bisogna vedere come si troverà nella nuova posizione. 

Mirante è uno dei portieri più "bucati" dal nostro capitano, speriamo che la storia si ripeta. 

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom