Breaking News

L'avversaria: Milan

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 25-04-2014 - Ore 16:30

|
L'avversaria: Milan

Il momento peggiore per affrontare il Milan. Dopo un girone di andata disastroso, i rossoneri sono tornati sulla retta via in questo finale di stagione, grazie anche alla buona gestione di Clarence Seedorf

Le squadre che si sfideranno questa sera all'Olimpico sono, numeri alla mano, le più in salute della serie A. La Roma ha vinto le ultime otto partite giocate, il Milan le ultime cinque. Undici gol fatti a fronte di uno solo subito, per la compagine meneghina, che ora può lottare per un posto in Europa League con Parma ed Inter. 

L'obiettivo tattico dell'allenatore olandese è chiaro, gioco propositivo ma senza trascurare l'equilibrio. Sarà importantissimo, sopratutto questa sera, non rischiare nulla in fase difensiva, davanti ad una squadra competitiva come la Roma. Davanti ad Abbiati Seedorf dovrebbe puntare sulla coppia francese Rami-Mexes, con l'ex di turno pronto per un'altra partita speciale davanti ai suoi ex sostenitori. 

A centrocampo geometrie affidate a Montolivo, con Poli e Muntari ai lati, entrambi molto positivi negli ultimi tempi. Dopo qualche polemica Seedorf ha deciso di rimettere l'ex Atalanta al centro del progetto tattico, e lui lo ha ripagato con il bel gol da fuori contro il Catania. In attacco occhio all'estro di Adel Taarabt, l'elemento più pericoloso del Milan per imprevedibilità e qualità tecnica superiore alla media. Il compito di fare gol è affidato a Mario Balotelli, capocannoniere della squadra con 14 centri e pronto per il viaggio in Brasile. 

Match difficile per la Roma, che ha appena staccato il biglietto per la Champions del prossimo anno. Il Milan vuole dare un senso ad una stagione mediocre, ma Garcia non vuole mollare nulla in ottica sogno-scudetto.

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom