Breaking News

L'avversario della 6° giornata: identikit di mister Stefano Pioli

condividi su facebook condividi su twitter Di: Francesca Ceci 29-09-2013 - Ore 18:30

|
L'avversario della 6° giornata: identikit di mister Stefano Pioli

Tra poco più di 2 ore  la ROMA affronta all'Olimpico il Bologna di Stefano Pioli.

Ecco l'identikit dell'allenatore falsineo: 

Stefano Pioli - Ha giocato come difensore in numerose squadre, su tutte la Juventus, il Verona e la Fiorentina. Ha vestito anche la maglia della Nazionale Under 21, totalizzando 5 presenze.


Le prime esperienze da tecnico dopo il ritiro furono quelle di allenatore delle squadre giovanili, dapprima per tre stagioni al Bologna, dal 1999 al 2002, poi al Chievo per una stagione.
Nel 2003 arriva la conduzione di una prima squadra, quella della Salernitana, in serie B. Pioli guida la squadra campana alla salvezza, e nella stagione successiva si trova ad allenare il Modena: nella prima stagione gli emiliani arrivano a un soffio dai play-off promozione; nella seconda, a causa di risultati negativi, Pioli viene esonerato e sostituito da Maurizio Viscid che a sua volta, dopo ulteriori tre sconfitte consecutive, viene allontanato e Pioli riottiene la panchina del Modena. Nonostante le difficoltà la squadra riesce a raggiungere di nuovo i playoff e chiude il campionato al quinto posto venendo eliminato nelle semifinali dei playoff contro il Mantova. 

Nel 2006 arriva il debutto da allenatore in serie A, alla guida del Parma (esordio il 10 settembre 2006, Torino - Parma 1 - 1); il 12 febbraio 2007 tuttavia, dopo 23 partite e solo 15 punti, all’indomani della sconfitta allo stadio Olimpico contro la Roma per 0-3 Pioli è  esonerato e sostituito da Claudio Ranieri. Nel corso della stagione 2007/08, sostituisce Roselli sulla panchina del Grosseto, matricola della Serie B e ultima in classifica in quel momento: a fine stagione, la squadra si salva con 4 turni di anticipo e chiude al 13° posto.
Dal giugno 2008 diventa l'allenatore del Piacenza, con il quale disputa un buon campionato raggiungendo la salvezza.

Il 12 giugno 2009 diventa il nuovo allenatore del Sassuolo. Nella stagione 2009-2010 guida la sua squadra fino ad ottenere uno storico quarto posto in Serie B, che gli vale la semifinale dei play-off persa poi contro il Torino.
Il 10 giugno 2010 l'allenatore emiliano rescinde il contratto con il Sassuolo e firma il contratto annuale che lo lega al Chievo Verona. Dopo aver raggiunto la salvezza con la quarta miglior difesa del campionato, Il 26 maggio 2011 lascia l'incarico di allenatore dei clivensi.
Il 2 giugno 2011 diventa l'allenatore del  Palermo: il debutto sulla panchina è il 28 luglio in occasione della sfida di andata del terzo turno preliminare di Europa League allo Stadio Renzo Barbera contro gli svizzeri del Thun. Dopo il 2-2 dell'andata, non basta l'1-1 al ritorno per far qualificare il Palermo alla fase successiva. Il 31 agosto, dopo due mesi dall'insediamento sulla panchina rosanero e con il campionato ancora da cominciare, viene esonerato.
Il 4 ottobre seguente, dopo cinque giornate di campionato, prende il posto dell'esonerato Pierpaolo Bisoli sulla panchina del Bologna col quale rinnova, lo scorso marzo, fino al 2015. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom