Breaking News

LIVE TRIGORIA - Garcia: "Dobbiamo migliorare nelle zone di verità. Pjanic e Keita stanno bene"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 28-04-2015 - Ore 13:18

|
LIVE TRIGORIA - Garcia:

Rudi Garcia, tecnico giallorosso, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara esterna contro il Sassuolo. Queste le sue parole:

Cosa salva della gara contro l’inter e cosa no?
Salvo tante cose, per me abbiamo fatto una buona partita. Dobbiamo migliorare l’efficacia nelle "zone di verità": l’area nostra e l’area avversaria. Se giochiamo sempre così, vinceremo molte partite

Il futuro dipende ancora dalla Roma. La squadra ne è consapevole?
Lo spogliatoio lo sa e sa che fare. Dobbiamo concentrarci gara per gara per qualificarci in Champions League”.

Modulo con Pjanic più due attaccanti?
È una possibilità o a inizio gara o durante. Il Sassuolo non ha lo stesso modulo che ha l’Inter. Quando scegliamo un modulo, lo facciamo per mettere in difficoltà l’avversario”.

Quali sono le condizioni Keita, Holebas e Pjanic?
"Pjanic sta benissimo, Keita anche: lo abbiamo risparmiato perché ha avuto un po' di fastidio al ginocchio ma si è allenato al 100%. Holebas non lo convoco, ha fastidio agli adduttori ed è meglio non rischiarlo perché ho soluzioni".

Si aspetta una squadra al 100%?
"Lo fanno già. Togliamo la gara contro l'Atalanta ma lo hanno fatto anche contro l'Inter. Gli errori? Al contrario della partita di andata domani non dobbiamo fare regali all'avversario: sarà importante così come fare un gioco che crei occasioni, essere cinici per segnare. Per vincere bisogna farlo".

Sabatini: "Totti decide lui". Per lei è un giocatore importante per il futuro?
"Le domande le dovete fare a Walter se volete dei dettagli. Quello che so è che ho una partita da gestire domani e che il capitano è importantissimo per noi: non è perché è uscito nell'ultima gara che non ci aiuterà per qualificarci alla Champions. Faremo conti e bilancio alla fine della stagione, a che serve parlare oggi dei singoli? Non voglio distrazioni, voglio concentrazione sulle partite, specie la prossima che è la più importante della stagione".

Pjanic ha parlato di qualcosa da cambiare sull'impegno di qualche calciatore:
La squadra si allena benissimo. Miralem voleva dire che bisogna dare tutto ed essere più efficaci. Mi piace, vuol dire che è tornato. Spero che il suo infortunio che è durato 4 mesi sia alle spalle. È tornato ad avere carattere e orgoglio”.

Come sta Gervinho?
"Non serve niente guardarsi indietro: anche se avesse fatto benissimo bisogna fare ancor meglio fino alla fine della stagione. Parlo di tutti gli attaccanti: possono fare meglio, con gol e assist. La risposta la possono dare già da domani".

Non-ritiro: scelta sua al 100%?
"Tutte le decisioni sono mie. Parlo anche con lo staff perché siamo un gruppo ma tutte le decisioni sono mie. Possiamo frustarli, farli dormire nudi ma a che serve? Si prende un esempio che funziona, ma posso citarne dieci per dimostrare che non funziona. Doumbia? Questo pseudo-tifoso che ha filmato il riscaldamento, mi chiedo dove fosse nei 14 minuti in cui si è scaldato durante l'intervallo: questo è rovistare nella spazzatura. Il ritiro è una decisione mia: se vinciamo abbiamo fatto bene, se non vinciamo abbiamo fatto male. Funziona così, è la regola".

Doumbia: come ha vissuto questi giorni? Portiere: Skorupski-De Sanctis?

"Questa è una buona domanda ma giocherà Morgan domani: sta bene, siamo quasi a fine stagione e non c'è bisogno di cambiare. Doumbia non vede l'ora di giocare e segnare. Ed è quello che mi aspetto da lui".

Si sente di dire che la Roma entra in Champions League?
"Siamo a un punto dal secondo posto, l'obiettivo è qualificarci come secondi. Sono sereno, tranquillo, motivato e determinato: fino all'ultimo secondo della stagione lotteremo. Con chi crede in questa squadra e io per prima credo in questi ragazzi".

Più permissivo nei confronti della squadra: atteggiamenti che hanno portato il gruppo ad approfittarsi?
"Vieni dentro, così parli a ragion veduta. E' sempre facile parlare con il senno di poi e farlo quando i risultati vanno meno bene. Non sono uno che parla o che cade nel pessimismo dopo una sconfitta: penso sempre positivo e l'unica risposta che possiamo dare è domani. Per noi non cambia: l'unico obiettivo è vincere domani. Non ho un secondo da perdere su queste cose, domani serve vincere perché è quello che bisogna fare".

Giocherà Cole?
"Giocheremo con un terzino sinistro. Possiamo giocare con Balzaretti, Cole, Florenzi, Torosidis, forse un altro. Vedremo".

Fonte: Roma Radio

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom