Breaking News

LIVORNO - INTER 2-2: i nerazzurri si fanno recuperare due gol

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 31-03-2014 - Ore 23:04

|
LIVORNO - INTER 2-2: i nerazzurri si fanno recuperare due gol

Harakiri Inter. In vantaggio di due reti a fine primo tempo con le reti di Hernanes (al primo centro in nerazzurro) e Palacio (salito a quota 14 in campionato e 16 con la Coppa Italia), i nerazzurri si fanno riprendere da Paulinho ed Emeghara - su regalo di Guarin - e sprecano l’ennesima occasione di avvicinare la Fiorentina al quarto posto. Il tutto per la rabbia di un Erick Thohir insonne a Giacarta e che al fischio finale preferisce non commentare.

LE SCELTE — Confermati gli spifferi della vigilia. Se Di Carlo insiste a schierare il Livorno con il 3-5-2 e punta sulla coppia d’attacco Paulinho-Belfodil, Mazzarri vara un tridente offensivo in salsa argentina con Palacio e Alvarez esterni e Icardi punta centrale. Paga Guarin, mentre rispetto allo 0-0 con l’Udinese Rolando manda in panchina Ranocchia e Kuzmanovic da un turno di riposo a Cambiasso.

PRIMO TEMPO — Stimolato dalla propria curva che lo invita a tirare fuori gli attributi, il Livorno inizia aggressivo su ogni pallone. Solita partenza lenta invece per l’Inter, con D’Ambrosio che sbaglia i primi quattro appoggi, un Jonathan poco cercato sull’altra fascia ed Hernanes che svirgola il mancino l’unica volta che la squadra entra in area. In tanta pochezza, il primo brivido lo regala Emerson, che con una punizione cross dalla trequarti costringe Handanovic a smanacciare un pallone destinato sotto alla traversa. Se possibile, il primo tempo dei nerazzurri è peggiore di quelli contro Atalanta e Udinese. Con l’aggravante appunto della recidività. Senza grinta (e la cosa non ha giustificazione alcuna) e lucidità, anche la novità tattica porta a poco, visto che Alvarez parte sì largo a destra, ma in assenza di palloni giocabili si abbassa, di fatto ricomponendo il consueto 3-5-2. Visto che il Livorno è poca cosa, alla squadra di Mazzarri basta comunque che Hernanes azzecchi tre guizzi per passare. Dopo un tiro a fil di palo e un assist sfruttato male da D’Ambrosio, il brasiliano al 37’ anticipa Biagianti e buca Bardi sul liscio di Icardi, da assist aereo di Palacio. Con il vantaggio, i nerazzurri si riprendono e trovano più spazi. Kuzmanovic con un gran destro costringe Bardi al volo plastico, ma il portierino di proprietà dell’Inter non può nulla allo scadere, sulla voleè di Palacio, imbeccato da Jonathan.
 
SECONDO TEMPO — Nessun cambio nell’intervallo. Dopo 9’ di nulla il match si riaccende grazie a Paulinho che sfrutta una serie di blocchi in area per sfuggire a Samuel e girare di destro all’incrocio sull’angolo battuto da Greco. Il "Picchi" torna a crederci e Di Carlo gioca subito le carte Duncan ed Emeghara per Emerson e Belfodil, che non ha fatto nulla per essere rimpianto dal suo ex tecnico. Ora i toscani ci provano con un più logico 4-4-2. Mazzarri risponde al 24’ con Guarin che rileva Hernanes e un impalpabile Alvarez. Il tempo di una protesta per parte (Mesbah su Palacio, Juan su Benassi) da parte di due squadre col complesso da rigore (l'Inter è l’unica a non averne avuti a favore, il Livorno con 7 contro è una delle tre più tartassate) e la coppia Icardi-Guarin si mangia il 3-1. Palacio li imita poco dopo. Puntuale e sacrosanta arriva la punizione. Guarin da metà campo effettua un retropassaggio assassino, Emeghara in velocità infila Samuel e batte di destro Handanovic. Livorno in festa. Per un’Inter senza attenuanti, un pareggio che brucia più di una sconfitta.
 
Il tabellino
 
LIVORNO(3-5-2): Bardi; Valentini, Emerson (10'st Duncan), Castellini; Mbaye, Benassi, Biagianti, Greco (28'st Siligardi), Mesbah; Paulinho, Belfodil (10'st Emeghara). (Anania, Aldegani, Piccini, Coda, Gemiti, Ceccherini, Borja). All. Di Carlo
 
INTER (3-4-3): Handanovic; Rolando, Samuel, Juan Jesus; Jonathan (35'st Zanetti), Hernanes (24'st Guarin), Kuzmanovic, D'Ambrosio; Alvarez (42'st Botta), Icardi, Palacio. (Castellazzi, Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Nagatomo, Kovacic, Cambiasso, Taider, Milito). All. Mazzarri
 
ARBITRO: Calvarese di Teramo.
 
MARCATORI: 37' Hernanes (I), 46' pt Palacio (I); 9' Paulinho (L), 40' st Emeghara (L)

Fonte: gazzetta.it

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom