Breaking News

Lo Cicero: "Garcia alla Roma come Brunel, ha imparato subito l'italiano"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 12-10-2013 - Ore 19:48

|
Lo Cicero:

'Faccio un grande in bocca al lupo per questi nuovi test alla Nazionale di rugby e a Jacques Brunel, persona che stimo come allenatore e come uomo, persona che si è avvicinata al nostro paese, e parla l'italiano, cosa di grande rispetto. Un pò come Rudi Garcia, l'allenatore della Roma, che già parla l'italiano. Noi, come è successo nel rugby e nel calcio, dobbiamo far rispettare il nostro paese"Andrea Lo Cicero, per anni uomo simbolo dell'Italrugby, fa gli auguri alla nazionale azzurra impegnata nelle prossime sfide e al suo ct, un francese che si èsubito integrato nel nostro paese, come l'attuale allenatore giallorosso, primo in classifica nel campionato di calcio italiano. "Non è possibile che il nostro paese vanga calpestato, come sta succedendo adesso, e non sono problemi di crisi ma di attaccamento ad un tricolore, ad una maglia ad una identità personale. Siamo noi italiani, vogliamo che il nostro paese affondi o resusciti -si chiede Lo Cicero-. Già siamo in svendita e non va bene, facciamo qualcosa di utile per risollevare il paese". "Basta con le parole e le prese in giro, c'è gente che si suicida perchè non arriva alla fine del mese o perchè perde dignità da capo famiglia. La politica ha l'obbligo di fare un salto in avanti. È quella che deve gestire il nostro paese. Se una persona di quelle non è in grado di farlo, deve avere la bontà di dire: signori, io non sono in grado e mi tiro fuori. Ma oggi c'è l'obbligo morale nei confronti dei giovani e delle persone che soffrono di mettere delle regole e farle rispettare, ma anche di dare delle speranze, perchè sta diventando un problema serio. Abbiamo toccato il fondo, adesso basta".

Fonte: Adnkronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom