Breaking News

Ma che davero Florè?

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 13-01-2014 - Ore 16:45

|
Ma che davero Florè?

"Se ci provo io non mi alzo da terra"E' stato questo il commento a caldo al super-gol di Alessandro Florenzi di ieri, da parte di capitan Totti. E se chi è stato il tuo idolo di bambino e adolescente spende certe parole per te- "Complimenti ad Alessandro, davvero un gran bel gol"- vuol dire che hai realizzato un sogno. 

Quel sogno comune a tanti ragazzi nati sotto al cupolone, che hanno fatto del pallone la loro professione. Così, questo "pischello" cresciuto ad Acilia, è arrivato nell'elite del calcio con la sua maglia preferita. Ripreso dalla Roma dopo gli undici gol segnati a Crotone, con Zeman che ha puntato fortemente sulla sua duttilità e sull'attitudine all'inserimento offensivo. 

Inserimenti che sono diventati più corti, in termini di metri in campo, e più frequenti da quando in panchina c'è Rudi Garcia. Ha destato grande interesse, ad inizio stagione, l'intuizione di schierare Florenzi come attaccante esterno. Il ventiduenne ha risposto alla grande, valorizzato dalla nuova posizione, con 5 gol segnati in 19 presenze che lo hanno imposto come capocannoniere giallorosso del girone d'andata insieme al difensore-goleador Benatia. Più di capitan Totti, più del rientrante Mattia Destro. 

E poi c'è la rovesciata di ieri, un vera perla. Un gol che farebbe fatica anche solo a pensare qualsiasi giocatore. Ma uno come lui, coraggioso e un pò pazzo, non si è fatto problemi e ci ha provato. La fortuna ha avuto il suo peso, ma nell'impegno messo nelle corse su e giù per il campo e negli allenamenti con i tiri al volo, di fortuna ce n'è davvero poca. 

Chissà dove arriverà questo ragazzo nato nel 1991. Magari in Brasile, sempre a cento all'ora, sempre con coraggio. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom