Breaking News

Mangone: "Col Porto partita fondamentale per tutta l'annata"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 17-08-2016 - Ore 17:35

|
Mangone:

Amedeo Mangone, ex giocatore della Roma con cui vinse lo scudetto nel 2001, ha parlato a TMW Radio della gara di stasera che vedrà i giallorossi affrontare il Porto:

La gara contro il Porto.
"Una partita fondamentale per tutta l'annata. Potersi giocare la Champions League nei turni a seguire può essere un beneficio per la Roma, per i tifosi e tutto l'ambiente calcistico italiano".

Dzeko o Perotti in attacco?
"Queste sono cose che decide Spalletti. Oggi qualcuno dice che può giocare Dzeko, Spalletti continua a difenderlo. Credo che in questo momento possa essere un'arma in più. Era l'attaccante che mancava e da queste amichevoli ha dimostrato di non aver perso il vizio del gol. Potrebbe essere il rilancio di questo giocatore dopo un'annata un po' particolare".

Bruno Peres?
"Ha grandissima corsa. Un giocatore che mancava perchè da quando Maicon non è stato più impiegato si è dovuto ripiegare su Florenzi. Visto che Florenzi può fare gol, si può avanzare lui concedendo a Peres la fascia destra per sfruttare le sue caratteristiche".

Vermaelen e Fazio profili giusti per la Roma?
"Sì perchè vengono da società importanti. Sono giocatori che possono fare la differenza e dare quella garanzia in fase difensiva che un po' mancava".

Strootman rimpiazzo ideale per il partente Pjanic?
"Mi auguro di sì e spero che la Roma abbia deciso in questo senso. Prima dell'infortunio Strootman dava qualcosa in più. La Roma fa bene a puntare su questo giocatore perchè ha le caratteristiche per far fare il salto di qualità a centrocampo".

Cosa manca alla Roma sul mercato?
"Si è mossa bene. Credo possa essere un attaccante, uno con caratteristiche un po' più diverse da quelle di Dzeko".

Prenderebbe Diawara a centrocampo?
"Alla base di tutto ci debba essere il rispetto che un giocatore deve avere per la società. Questo giocatore, pagato ancora dal Bologna, debba avere un atteggiamento diverso. Sul campo non si discute, è un giocatore di prospettiva. Caratterialmente sta dimostrando di avere un carattere forte, preciso nel voler mettere in difficoltà la propria società di appartenza".

Il Sassuolo?
"Mi auguro passi il turno perchè il campionato scorso del Sassuolo è stato bellissimo. I neroverdi sono cresciuti in questi tre anni e mi auguro possano superare la Stella Rossa".

Il campionato che si appresta a iniziare?
"Non credo che la Juventus vincerà a mani basse. Sicuramente i bianconeri si sono rinforzati tantissimo, ma ha carte in più sulle altre squadre".

Cosa si aspetta dalle milanesi?
"Mi aspetto molto. Mi auguro che con Montella possano fare bene. Credo che i giocatori in rosa ci siano, sono pronti ad altri tipi di investimenti. Sono ambienti che arrivano dopo anni di delusioni e i nuovi allenatori dovranno dare una solidità di squadra".

Cosa si aspetta dal Bologna quest'anno?
"Donadoni l'anno scorso ha fatto una risalita incredibile. Una squadra che dovrà dimostrare di confermarsi. Ha un allenatore che conosce bene l'ambiente e il calcio italiano".

Si aspetta di trovare il Bari in Serie A l'anno prossimo?
"Mi auguro di sì. C'è un allenatore molto bravo che conosce bene la B. Stellone è un allenatore emergente e cerca di mettere nelle condizioni migliori i giocatori. La B è però molto lunga, è sempre difficile vincerlo ma mi auguro che il Bari possa tornare in A".

Pronostico sulla gara di questa sera?
"Mi auguro che si possa anche pareggiare perchè poi si può decidere anche a Roma. Mi auguro che i giallorossi passino il turno".

Fonte: TMW Radio

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom