Breaking News

MOGGI: "La Roma protesta contro la squalifica televisiva del suo manesco centravanti"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-04-2014 - Ore 12:10

|
MOGGI:

L'ex Direttore Generale della Juventus, Luciano Moggi, ha voluto commentare la vicenda della squalifica di Mattia Destro, attraverso le colonne del quotidiano Libero, ecco uno stralcio delle sue parole:

“Resta poco da dire a un campionato già deciso nelle prime tre posizioni, tranne per quanto riguarda il fronte delle polemiche. Impaurita dalla squalifica di Destro nonostante i dodici punti sul Napoli, la Roma protesta contro la squalifica televisiva del suo manesco centravanti. I giallorossi fingono di non sapere che il provvedimento del giudice sportivo è un fatto di normale amministrazione. Ha fatto capolino anche il Partito riunito dei romanisti: da Gasparri a D’Alema tutti contro Tosel. Chi rievoca i complotti juventini, chi il formalismo giuridico, in realtà non c’è nessuno che conosca le regole.Ma i politici sanno quanto sia importante accomunare il proprio nome alle polemiche calcistiche visto il potere del pallone nelle pubbliche relazioni. Che sentano odore di nuove elezioni? Le immagini del contatto con Astori sono chiare: quindi o il fischietto ha compiuto un errore tecnico – e non è questo il caso – o non ha visto. E a prova della svista è proprio nell’ammonizione del difensore cagliaritano. Quindi una giornata per l’ammonizione in diffida e tre per il gesto violento ravvisato con la prova televisiva: niente di eccezionale nella decisione di Tosel. Proprio come nel 2006, quando le telecamere di Mediaset costarono a Ibrahimovic altrettante giornate di stope l’assenzanelmatch decisivo di quella stagione contro il Milan. (…) Domani sera poi toccherà alla Juve ribadire che non c’è partita in questo campionato. L’Udinese è un avversario temibile soprattutto per la Signora incolore vista contro il Lione. Una deviazione ha salvato la situazione in Europa League, ma contro il Benfica servirà la squadra di metà stagione. Vidal ha male al ginocchio, gli altri non hanno troppe scuse per un preoccupante calo di condizione e di brillantezza. Non mancano i parallelismi tra i bianconeri e i portoghesi che dominano il loro campionato e sono usciti per un po’ di sfortuna dalla Champions dopo aver quasi completato l’impresa a Manchester. Ma i rossi hanno dalla loro parte l’esperienza di una finale persa nella scorsa stagione contro il Chelsea. In una finale anticipata come quella di quest’anno, potrebbe fare la differenza”.

Fonte: Libero

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom