Breaking News

Moggi presenta ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-10-2013 - Ore 14:07

|
Moggi presenta ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus, ha presentato ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo contro le sanzioni a suo tempo inflittegli dalla giustizia sportiva e confermate dai giudici nazionali nell'ambito del procedimento su Calciopoli. Il ricorso, presentato dal suo legale Federico Tedeschini, riguarda la condanna a 5 anni di inibizione con proposta di radiazione, oltre alla multa di 50mila euro, inflitta all'ex dg bianconero. Le violazioni lamentate da Moggi riguardano gli articoli 6 (diritto a un equo processo), 13 (diritto a un ricorso effettivo), 14 (divieto di discriminazione), 17 (divieto dell'abuso del diritto) e 18 (limite all'applicazione della restrizione dei diritti) della Convenzione Europea dei Diritti dell'Uomo. Nel ricorso si evidenzia «la gravità delle sanzioni inflittegli in violazione del principio di loro proporzionalità ai fatti contestategli». L'ex dg bianconero «contesta anche che tali sanzioni siano frutto della scelta delle autorità sportive e giudiziarie nazionali di non tutelare i diritti dell'esponente riconosciuti dalla Convenzione». Moggi chiede quindi alla Corte Europea di dichiarare «la responsabilità della Repubblica italiana per le violazioni lamentate e -a titolo di riparazione- di condannare l'Italia ad adottare tutte le misure necessarie a ripristinare lo 'status' del ricorrente prima delle lamentate violazioni, accordandogli pure un'equa riparazione». L'avvocato Tedeschini confida che, avendo chiesto la trattazione prioritaria del ricorso, la Corte Europea possa discutere la vicenda entro i prossimi sei mesi.

Fonte: AdnKronos

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom