Breaking News

Napoli, Benitez ora punta la Roma e il secondo posto

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 05-02-2015 - Ore 18:50

|
Napoli, Benitez ora punta la Roma e il secondo posto

È il momento di provare ad alzare l'asticella. Il Napoli reduce da cinque vittorie (sei se si considera il successo ai rigori con l'Udinese) nelle ultime sette partite tra campionato e Coppa Italia, si scopre bello e vincente e lancia il lungo inseguimento alla Roma per centrare il secondo posto e la qualificazione diretta alla Champions League, senza passare per le forche caudine che quest'estate si sono rivelate fatali a Bilbao. La rincorsa è stata lanciata ufficialmente da Rafa Benitez nel dopo-partita di ieri: «Non ci poniamo limiti. Non abbiamo mai parlato di scudetto, ma sul secondo posto mai dire mai». Lo spagnolo ha citato il titolo del film del 1983 su James Bond quasi a sottolineare che la missione sembra difficile come quelle della spia britannica ma che alla fine si può portare a termine. Il distacco dai giallorossi è crollato nelle ultime tre giornate: i tre pareggi consecutivi dei giallorossi e le tre vittorie di fila azzurre hanno portato la distanza a ridursi di sei punti, scendendo alle attuali quattro lunghezze. La missione del Napoli è ora di arrivare allo scontro diretto del 4 aprile con un possibile sorpasso nel mirino. Da qui alla sfida dell'Olimpico, che presumibilmente il Napoli giocherà senza i propri tifosi visti i fatti della finale di Coppa Italia, gli azzurri hanno davanti otto partite di campionato, sulla carta abbordabili: «Dobbiamo concentrarci sul prossimo passo contro l'Udinese», ha ricordato oggi il ds Bigon che vuole tenere tutti coi piedi per terra. Ma la città già sogna sulle ali del Pipita Higuain che nelle sette gare giocate nel 2015 ha già segnato 6 gol, portando a 18 il suo bottino stagionale a questo punto e raggiungendo il connazionale e rivale Tevez, anch'egli a quota 18 tra tutte le competizioni. Ieri il San Paolo è impazzito di gioia al suo gol, tributandogli lunghi minuti di applausi e cori al termine della partita. Passano per i suoi gol, ma anche per un maggiore cinismo sottoporta di De Guzman e degli altri attaccanti azzurri, le strade che portano alla Champions League. Domani, intanto, il Napoli torna ad allenarsi dopo un giorno di riposo concesso da Benitez. C'è da preparare la gara con l'Udinese prima di tutto verificando le condizioni degli infortunati Mesto ed Henrique, ma anche di Maggio che ieri sera era in panchina per un fastidio alla schiena. 

 

 

Fonte: ANSA

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom