Breaking News

Napoli-Roma, la resa dei conti

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 07-03-2014 - Ore 16:31

|
Napoli-Roma, la resa dei conti

La resa dei conti. Roma e Napoli, le principali sfidanti della capolista Juventus (per la verità più la Roma del Napoli), si sono affrontate tre volte in questa stagione. Nelle prime due all'Olimpico è stata la squadra giallorossa ad avere la meglio, anche se in Coppa Italia il gol di Gervinho è servito a poco. 

Per il Napoli sarà l'occasione della vita, l'ultima rimasta per poter ambire alla seconda piazza in campionato. Ed è per questo che la già offensiva filosofia di Rafa Benitez potrebbe trasformarsi in un attacco feroce alla porta difesa dall'ex di turno De Sanctis. Non male, per la Roma, capace spesso di resistere grazie alla rocciosa difesa e di ripartire con la velocità di Gervinho e con la forza dei centrocampisti. 

La squadra del tecnico spagnolo gioca un calcio abbastanza semplice, valorizzato dagli straordinari interpreti d'attacco. Neanche la capolista Juventus può vantare un simile poker d'assi davanti, formato da Higuain, Mertens, Callejon ed Hamsik. Probabile che l'allenatore spagnolo li schieri tutti e quattro, se ci sarà da tentare il tutto per tutto. 

Una lingua che il Napoli sa parlare, essendo una squadra con spiccata mentalità offensiva. Le cose non vanno altrettanto bene dietro, dove i terzini continuano a spingere lasciando spazi invitanti agli avversari, e neanche l'arrivo del centrale Henrique ha migliorato di molto la situazione. 

Occhio sopratutto ai tagli degli esterni, Callejon e Mertens, capaci con la loro rapidità di mettere in difficoltà qualsiasi difesa infilandosi negli spazi aperti dal "Pipita". Hamsik, complice anche il grave infortunio patito, non è il giocatore ammirato nelle scorse stagioni, ma resta comunque una delle armi più pericolose nell'arsenale di don Rafaè.

La Roma arriva a questa sfida con ossigeno prezioso, portato dai rientri in gruppo di Maicon, Florenzi e Dodò. Sopratutto l'esperienza del brasiliano potrebbe fare la differenza. Non è certa, invece, la presenza di Kevin Strootman, alle prese con la contusione subita in nazionale. Comunque oggi si è allenato, e le sue condizioni fanno ben sperare.

Si dice che il secondo è il primo dei perdenti, ma in questo caso Roma e Napoli farebbero carte false per arrivare sul secondo gradino del podio. C'è in gioco la Champions diretta, non si scherza. 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom