Breaking News

Pallotta: "I tifosi della Roma saranno fieri di avere un nuovo stadio. Siamo da scudetto"

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-12-2014 - Ore 13:21

|
Pallotta:

James Pallotta, presidente giallorosso, è intervenuto ai microfoni di Roma Radio. Queste le sue parole: "La delibera dello Stadio? È stato un lungo viaggio, è stato il mio primo pensiero, il secondo pensiero è stato siamo arrivati a metà strada, il terzo pensiero è per chi ha votato contro, perché ho letto tante cose non vere e ora vogliamo avere tutti dalla parte del nostro progetto. I tifosi della Roma saranno fieri di avere un nuovo stadio, e di competere contro tutte le maggiori squadre mondiali nel nuovo stadio. Si parla dei ricavi, ma non sono la parte più importante e saranno investiti nella squadra. Vogliamo avere lo stadio più sicuro per portare le famiglie. Sarà un punto fondamentale per il turismo di Roma. Non ci saranno costi nella costruzione per la città di Roma. Ho letto molti commenti e non sia tutto chiaro, o che non vogliono capire di cosa si tratta, tutti i costi sono rivolti alla mobilità daremo 3000 posti di lavori. Insieme coi lavori per l’aeroporto faranno aumentare il valore di Roma. Lo stadio porterà un’iniezione economica a tutta la città. Fin dal primo giorno ho pensato a costruire lo stadio. È stata fondamentale la possibilità di costruire un nuovo stadio per portare eventi a Roma. Siamo molto contenti del processo per la costruzione dello stadio. Ringrazio il Sindaco e l’Assemblea Capitolina. I contrari al progetto non hanno capito di quanto possa beneficiare la città. Quando torno a Roma con Pannes, mi  metterò in prima persona a spiegare i benefici. Il progetto è stato studiato bene e siamo fiduciosi che andrà bene. Avevamo un progetto quinquennale anche perché il progetto dello stadio rientra in ciò. Con Sabatini, Massara e Garcia abbiamo cambiato tanto. Saremmo primi in campionato se ci fossero stati gli infortunati Castan e Strootman, che non andrà allo United. Cholevas e Manolas si stanno integrando e sono convinto che lotteremo stabilmente per la Champions League. Penso che siamo una squadra da Scudetto e da Champions. Come quando con Castan hai situazioni brutte, devi augurarti il meglio per tutti. Con lui abbiamo avuto un problema gravissimo, ma siamo contenti che stia bene. Tutte le persone che lavorano per la Roma sono una grande famiglia. Io sto invecchiando, ma vorrei giocare ancora a basket con Ljajic e con Manolas che dice di essere molto forte".

 

Fonte: Roma Radio

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom