Breaking News

Re: "Spalletti ha lanciato il messaggio che nessuno si può anteporre alla squadra, ma allo stesso tempo ha ribadito la stima nei confronti di Totti. Ha dimostrato leadership”

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 23-02-2016 - Ore 18:38

|
Re:

Roberto Re, uno dei maggiori esperti di mental coaching sportivo, che ha collaborato con atleti e allenatori di fama internazionale, fra cui Jessica Rossi e Roberto Mancini, analizza il caso Totti-Spalletti.

Queste le sue parole:

“È necessario approfondire la situazione da più punti di vista. Da quello della società, dell’allenatore e del capitano. L’errore a monte è senza dubbio della dirigenza, che ha gestito male la situazione, permettendo a Totti di convocare una conferenza stampa, gesto che potrebbe dare vita a un precedente e far sentire altri giocatori autorizzati a ripeterlo. Detto ciò Spalletti si è comportato benissimo sia prima, che durante, che dopo l’accaduto”.

ANALISI DEI FATTI - “Nelle dichiarazioni post partita, Spalletti ha mantenuto sangue freddo e controllo della situazione, nessuna reazione a caldo, e non ha esasperato i toni dando addosso a Totti. Il suo comportamento è stato ineccepibile. Ha messo la squadra davanti a tutto, lanciando in questo modo un messaggio inequivocabile: ‘io non faccio favoritismi, nemmeno per la bandiera della squadra e non posso permettere a nessuno di anteporsi al team. Subito dopo, Spalletti è riuscito in un’impresa quasi impossibile per recuperare la fiducia del capitano, probabilmente ferito nell’orgoglio. Come ha fatto? Ha espresso immutata stima per Francesco, dichiarando di avere le sue maglie a casa, ribadendo il suo appoggio incondizionato nei confronti delle richieste del giocatore verso la società e con l’autoironia - riportando le parole del figlio che lo riprendeva per aver ‘litigato’ col capitano”.

ANALISI DI TOTTI - “Dal canto suo, ha ammorbidito la posizione, lo dimostra il fatto che si è presentato negli spogliatoi prima dell’inizio della partita Roma – Palermo, e poi sugli spalti per sostenere la sua squadra”

ANALISI SPALLETTI - "Come un buon padre di famiglia, Spalletti ha preso una decisione impopolare ma necessaria per il bene della squadra, dimostrando una leadership, una personalità e un controllo emotivo straordinari. Sono certo che il suo comportamento genererà un grande rispetto da parte di tutti i giocatori nei suoi confronti. Ora sta a Totti provare di volere il bene del gruppo. Di fatto, se il capitano si dimostrerà, come credo, all’altezza della situazione, il rapporto con l’allenatore ne uscirà rafforzato, con grandi benefici per tutto il gruppo, che potrebbe fare il salto di qualità in questa ultima tranche del campionato”.

EQUILIBRI - “Non è facile mantenere un equilibrio fra calciatori con esperienza e risultati importantissimi alle spalle, che giustamente si sentono una bandiera della squadra, e nuove leve, che hanno gambe e fame di vittoria ma spesso sono più indisciplinate. Spalletti si è dimostrato davvero in gamba poiché è riuscito non solo a mantenere la situazione sotto controllo, ma anche ad alleggerire i toni per smorzare la tensione”.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom