Breaking News

Richiesti dal Pm di Roma 3 anni e 6 mesi di carcere per bancarotta fraudolenta nei confronti di Mancini

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 11-05-2016 - Ore 14:02

|
Richiesti dal Pm di Roma 3 anni e 6 mesi di carcere per bancarotta fraudolenta nei confronti di Mancini

Il pm della Procura di Roma, Stefano Rocco Fava, ha chiesto la condanna a tre anni e sei mesi di reclusione per concorso in bancarotta fraudolenta nei confronti di Roberto Mancini. Questa richiesta arriva nell'ambito del processo con rito abbreviato per il crac della Img Costruzioni (società dichiarata fallita il 24 gennaio del 2013). L’allenatore dell’Inter, rappresentato dall’avvocato Carlo Longari, è stato chiamato in causa assieme all’imprenditore Marco Mezzaroma e a Umberto Lorenzini, coinvolto nella questione come amministratore delegato in una delle società immobiliari appartenenti agli interessi dell’allenatore. Il pubblico ministero ha sollecitato il rinvio a giudizio per gli ultimi 2 che non hanno voluto avvalersi del rito alternativo. Secondo la ricostruzione della Procura, Mancini e Mezzaroma avrebbero avuto un ruolo indiretto nell'ambito del crac finanziario della Img Costruzioni: entrambi non hanno quote della società finita sotto la lente della magistratura ma entrambi sono soci della Mastro, un'impresa operante nel campo delle costruzioni.

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom