Breaking News

Roma fatti bella, c'è la Champions!

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 15-09-2015 - Ore 18:30

|
Roma fatti bella, c'è la Champions!

Come quando vai ad una serata di gala e ti metti il vestito migliore. Così vorremmo vedere la nostra Roma domani, nella super-sfida contro il Barcellona campione d'Europa in carica. Perchè è una serata di grande calcio, perchè si affrontano la squadra più forte di Spagna e di Europa e la seconda più forte d'Italia, in una stagione nella quale le gerarchie pare stiano cambiando. 

Dopo la partita-trappola di Frosinone (così l'ha definita Garcia nel post match), risolto senza troppi patemi da Iago Falque e Iturbe nei finali dei due tempi, la Roma si troverà di fronte all'esatto opposto, al ribaltamento del contesto ma soprattutto, dei rapporti di forza. Se contro i ciociari avevi tutto da perdere, contro i blaugrana hai tutto da guadagnare, avendo come dirimpettai Messi, Suarez e Neymar. 

Questo aspetto non va sottovalutato, e darà la possibilità al tecnico della Roma di rispolverare quella tattica che tanto successo aveva avuto nella prima stagione del francese nella capitale. Difesa attenta, squadra corta, e tutti pronti a ripartire in velocità sulle ali di Gervinho (ieri) o di Salah (oggi). Con un'alternativa che si chiama Edin Dzeko, con la possibilità di appoggiare il pallone sui suoi piedi educati e il gioco della squadra sulle sue possenti spalle. 

Il Barcellona, al contrario, verrà all'Olimpico per comandare il gioco, come sempre e come obbligatoriamente devi fare quando indossi quella maglia. Le vittorie riempono la pancia dei giocatori poco abituati a vincere, e quindi siamo sicuri che questa squadra immensa avrà il dente avvelenato di una provinciale che vuole ancora salire sull'Olimpo dei vincenti. Le motivazioni della squadra di Luis Enrique saranno al massimo, come sempre, magari ancora di più domani che l'asturiano potrà prendersi una piccola rivincita nei confronti di un ambiente che forse non lo ha capito fino in fondo. 

E' passato quasi un anno, dalla disfatta contro il Bayern. Il bello del calcio è che, se hai un progetto ambizioso e una squadra di qualità, hai la possibilità di rifarti delle sconfitte, magari contro un altro avversario dalle qualità immense. Gli stimoli non possono mancare, ma questa volta ci sarà bisogno di quell'umiltà che la Roma di Garcia aveva agli inizi, quando sorprese tutti giocando in modo sublime il calcio semplice di chi non parte favorito. E' se è vero che la bellezza è soggettiva, quanto era bella quella Roma...

Fonte: Federico Paolini- Insideroma

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom