Breaking News

ROMA fuori, sarà Napoli-Fiorentina la finale della Tim Cup 2014

condividi su facebook condividi su twitter Redazione 13-02-2014 - Ore 08:23

|
ROMA fuori, sarà Napoli-Fiorentina la finale della Tim Cup 2014

Sarà Napoli-Fiorentina la finale della Tim Cup 2013/14. Troppo Napoli al San Paolo per la Roma che viene piegata 3-0. La squadra di Garcia che si era presentata col vantaggio della vittoria nel match di andata è scesa troppo nervosa e titubante e, una volta sprecate un paio di occasioni clamorose per passare in vantaggio e indirizzare la qualificazione dalla propria parte ha capitolato sotto i gol di Callejon, Higuain e Jorginho.

LE FORMAZIONI: Garcia, in extremis deve rinunciare anche a Maicon (entrerà nella ripresa e farà meglio dei compagni di reparto) e lancia Bastos, all'esordio stagionale da titolare. L'attacco é quello delle previsioni della vigilia: Gervinho-Destro-Ljajic. Benitez invece lascia fuori Behrami e in mezzo al campo sceglie Inler. Mertens vince il ballottaggio con Insigne.

IL MATCH: Dopo appena tre minuti la Roma potrebbe già passare, con Reina bravo a chiudere lo specchio a Destro che non concretizza un cross basso di Ljajic. Scampato il pericolo, il Napoli alza il baricentro del gioco, con un pressing che mette in difficoltà il centrocampo romanista. A farne le spese é Benatia che rimedia un'ammonizione atterrando Mertens lanciato a rete, dopo un errore in disimpegno di De Rossi. Al 22' primo tiro in porta del Napoli. Sinistro da fuori area di Hamisk a lato. É la Roma ad andare però, vicina al vantaggio con una doppia occasione targata Gervinho-Ljajic. Pjanic serve in mezzo per l'ivoriano, il cui tiro, respinto da Destro, rimpalla verso il serbo che a porta vuota tira alto. Non puoi permetterti il lusso di sprecare così senza essere punito. Puntuale infatti arriva il vantaggio partenopeo. Bastos tenta l'anticipo su Hamsik sguarnendo la fascia sinistra giallorossa, Maggio quindi ha la possibilità di crossare in area e Callejon di testa fa 1-0. Un paio di minuti dopo il vantaggio é ancora Hamsik a cercare il gol da cineteca con un pallonetto da quasi centrocampo che termina alto di poco. Si va a riposo. L'inizio di secondo tempo é qualcosa di drammatico per la Roma. Un San Paolo in visibilio per l'arrivo di Maradona va in estasi con un uno-due che chiude la qualificazione. Minuto 48' Higuain si libera troppo facilmente dalla marcatura di Torosidis (verrà immediatamente sostituito) e, ancora di testa insacca il cross dalla bandierina. Neanche il tempo di assimilare il doppio svantaggio per la Roma che Mertens premia l'inserimento tra le linee di Jorginho, tenuto in gioco da Bastos, tocco sotto dell'italo-brasiliano sull'uscita di De Sanctis e 3-0 per il Napoli. Ci sarebbero ancora 40' per la Roma per fare due gol e portare il match ai supplementari. Garcia cambia e passa al 4-2-3-1 con Totti al posto di Pjanic e Florenzi per Ljajic. I cambi però non portano migliorie. Destro fallisce con una "bicicleta" un altro gol facile. La gara si chiude definitivamente al 78' quando Strootman dopo esser stato ammonito, applaude Rocchi che lo espelle per proteste. Benitez si conferma Cup Man e batte Garcia, quando, per come si era messa la gara di andata, 2-0 dopo 45', in pochi avrebbero scommesso sul Napoli finalista.

Fonte: Luca d'Alessandro

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom