Breaking News

Roma, l'importanza di avere un centravanti

condividi su facebook condividi su twitter Di: Eduardo Barone 30-04-2015 - Ore 19:00

|
Roma, l'importanza di avere un centravanti

Il ritorno alla vittoria della Roma, con un sonante 3-0 contro il Sassuolo, fa respirare Rudi Garciae tutta Trigoria. Servivano i tre punti dopo una sconfitta e due pareggi deludenti per rilanciare la rincorsa alla Lazio e tenere a bada le mire del Napoli. Ora i giallorossi guardano con più fiducia al finale di stagione. Più fiducia c’è anche nei confronti dell’attacco, che ieri ha funzionato abbastanza bene. Finalmente, a parte Totti, torna in gol un attaccante. E’ Seydou Doumbia, la punta ivoriana che da gennaio fino a ieri era considerato un oggetto misterioso, che con un’incornata di testa ha infilato il pallone nella porta difesa da Consigli. Questo dimostra quanto sia necessario e vitale in questo momento per Garcia avere il movimento di una punta vera.

Anche le statistiche di quest’anno  infatti danno ragione alla necessità di avere un centravanti d’area. Basta prendere in analisi le partite di questa stagione nelle quali i giallorossi sono scesi in campo con una punta dal primo minuto (Doumbia e Destro, visto che Borriello non ha fatto neanche una presenza): Empoli-Roma 0-1 Roma-Verona 3-0 Roma-Cagliari 2-0 Roma-Chievo 3-0 Roma-Cesena 2-0 Atalanta-Roma 1-2 Roma-Sassuolo 2-2 Palermo-Roma 1-1 Roma-Parma 0-0 Cesena-Roma 0-1 Sassuolo-Roma 0-3. Il bilancio riporta 11 partite, 8 vittorie, 3 pareggi e 0 sconfitte, di cui 7 partite con 2 o più reti realizzate. I gol totali fatti sono stati 20, tra questi 5 marcature di Destro e quella di ieri di Doumbia. I punti ottenuti nelle partite indicate sono stati 27 su 33 disponibili.

Un’iniezione di gol, punti e risultati utili essenziale per la struttura di gioco di una squadra e che indica la strada giusta per concludere le restanti cinque partite della stagione: rivitalizzare un attacco che nel 2015 è stato molto scarno. Se Totti, nonostante qualche flessione, ha totalizzato quattro reti, Ljajic, Gervinho e Iturbe  invece sono spariti dal tabellino marcatori ormai da tempo.Per non parlare poi della penuria generale di gol terminata ieri (la Roma non segnava tre o più gol in un match dal 4-2 di Roma-Inter) Ecco perché un centravanti di ruolo, in questo caso Doumbia,  in area serve come il pane per la prolificità della Roma.

Fonte: Maidirecalcio.com/Eduardo Barone

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom