Breaking News

Roma, in tre partite tutto o niente

condividi su facebook condividi su twitter Di: Federico Paolini 09-05-2013 - Ore 16:50

|
Roma, in tre partite tutto o niente

La stagione negativa della Roma si è trascinata fino a quello 0-1 subito contro il Chievo. L'ultima immagine di un'annata piena di contraddizioni, nella quale la squadra ha dimostrato di poter fare tutto e niente. 

Ora, a 180 minuti dal termine del campionato e con la finale-derby da giocare, non si può davvero più sbagliare. L'hanno voluta loro, i giocatori, facendosi male da soli in partite dove si poteva vincere ad occhi chiusi. Anche se forse davanti alla porta Osvaldo e Destro farebbero meglio ad aprirli, gli occhi. 

Il finale thriller di campionato passa dalla sfida di San Siro di domenica sera. Il Milan, vincendo, può assicurarsi il terzo posto tanto desiderato ma rimasto sempre un'utopia per la Roma. I rossoneri sono in gran forma, vengono da due vittorie consecutive e possono contare su un Balotelli che la mette sempre dentro. I giallorossi devono puntare sull'orgoglio delle partite difficili, nelle quali si parte sfavoriti ma c'è il talento per competere. Magari ricordando quelle sfide in cui capitan Totti ha dato spettacolo alla scala del calcio.

Alla squadra di Andreazzoli i tre punti servono come il pane, dopo che Udinese e Lazio ieri hanno vinto. Arrivare settimi potrebbe valere come rinuncia all'Europa, che per il secondo anno consecutivo sarebbe un disastro totale. Non si può contare solo su una partita, quella del 26, dove può succedere davvero di tutto.

I giocatori devono scavare dentro di loro, per trovare quelle motivazioni che spesso sono mancate. Tre vittorie potrebbero voler dire riconferma per l'anno prossimo per quasi tutto il gruppo, ma bisogna convincere un Pallotta furioso dopo la sconfitta di martedì.

 

Hai apprezzato questo articolo?
Puoi sostenere Insideroma aderendo al progetto di crowdfunding!

Partecipa!

commentiLascia un commento

Nome:  

Invia commento

chiudi popup Damicom